L’amore più grande

1381553_324521571022218_1907823634_n

di Angelo Busetto
24-10-2013

Sono venuto a gettare fuoco sulla terra, e quanto vorrei che fosse già acceso! Ho un battesimo nel quale sarò battezzato, e come sono angosciato finché non sia compiuto! Pensate che io sia venuto a portare pace sulla terra? No, io vi dico, ma divisione. D’ora innanzi, se in una famiglia vi sono cinque persone, saranno divisi tre contro due e due contro tre; si divideranno padre contro figlio e figlio contro padre, madre contro figlia e figlia contro madre, suocera contro nuora e nuora contro suocera. (Lc 12,49-5354)

Cristo vuole il nostro bene più di noi e brucia di desiderio. Vuole sbaragliare gli ostacoli, spazzando via ogni opposizione, sgominando rapporti consolidati e appassionati, per porre la sua presenza. “Chi sei tu Signore che pretendi di essere l’amore più grande che si impone davanti a tutti gli amori?”
Solo la totalità attira e convince. La mezza strada e i mezzi amori alla lunga non tengono, e profondamente deludono. L’attrattiva di Cristo, sul principio strappa anche gli affetti più tenaci, e poi finisce per avvolgere ogni rapporto in un abbraccio che lo salva e lo esalta. “Ecco, faccio una cosa nuova, non ve ne accorgete?” Cristo è già tra noi, il nuovo è già qui. I rapporti tra le persone non possono più essere come prima. Non dobbiamo più aspettare perché la vita cambia già da ora, se solo ci accorgiamo e accogliamo Cristo.
 
Fonte: lanuovabq.it