‘Guarito dall’acqua santa’: un medico ‘miracolato’ che fa discutere i colleghi

image-1

Valerio Petterle, 55 anni, noto urologo vittoriese, si salva grazie alle preghiere e all’acqua benedetta del santuario di Monfenera a Pederobba. Il medico si era ammalato di appendicite perforata con peritonite e shock settico. Furono fatte due operazioni ma la situazione precipitò. Tanto che fu chiamato un sacerdote per l’estrema unzione.

Le continue preghiere e l’acqua miracolosa di Monfenera lo fecero guarire. La completa guarigione dell’urologo ha lasciato senza parole i colleghi medici. Le analisi effettuate hanno confermato che tutto era sparito, perfino i buchi delle operazioni.

Il medico – scrive la Tribuna di Treviso – ogni anno si reca in pellegrinaggio a Monfenera, sul luogo delle apparizioni della Madonna degli Angeli Custodi come segno di ringraziamento del miracolo ottenuto.

Un caso destinato certamente a far discutere, anche e soprattutto all’interno della comunità medica.
 
(fonte: papaboys.org)