L’amore e il valore della persona

sposi_chagall-243x300

“Mentre l’amore puramente affettivo si caratterizza attraverso un’idealizzazione del proprio oggetto, l’amore imperniato sul valore della persona fa sì che noi l’amiamo com’è veramente: non l’idea che ce ne facciamo, ma l’essere reale. Noi l’amiamo con le sue virtù e i suoi difetti e, fino a un certo punto, indipendentemente dalle sue virtù e malgrado i suoi difetti. La misura di un tale amore appare più chiaramente nel momento in cui il suo oggetto commette un errore, quando vengono alla luce le sue debolezze, persino i suoi peccati. L’uomo che ama veramente non soltanto non gli rifiuta allora il suo amore, ma al contrario l’ama ancor di più, pur avendo coscienza dei suoi difetti e delle sue mancanze, senza approvarli. Perché la persona in sé non perde mai il valore essenziale di persona. Un affetto che segua il valore della persona resta fedele all’uomo”.
 
(San Giovanni Paolo II, Amore e responsabilità, p. 97)