Colletta alimentare. Fare la spesa per i poveri, ecco come partecipare

bancoalimentare1

Sabato 26 novembre torna il tradizionale appuntamento con la solidarietà. Aderiscono moltissimi supermercati in tutta Italia.
 
Quando e come si può partecipare alla giornata nazionale della colletta alimentare?
Sabato 26 novembre 2016 è possibile fare la spesa per chi è povero. Durante questa giornata, in una fitta rete di supermercati su tutto il territorio nazionale, ciascuno può donare parte della propria spesa per rispondere al bisogno di quanti vivono nella povertà.
 
Che cos’è la giornata nazionale della colletta alimentare?
 
Ogni ultimo sabato di novembre da 20 anni viene organizzata la giornata nazionale della colletta alimentare. È un evento promosso dalla fondazione Banco alimentare onlus e Compagnia delle opere in collaborazione con altre organizzazioni tra cui l’Associazione nazionale alpini e la società San Vincenzo de’ Paoli.
 
Quali sono i supermercati che aderiscono alla giornata nazionale della colletta alimentare?
 
Dal 18 novembre è possibile vedere la lista di circa 12mila supermercati e punti vendita nei quali è possibile fare la spesa e donarla a chi ne ha bisogno nella giornata nazionale della colletta alimentare. Nell’edizione del 2015 sono stati 5,5 milioni i donatori solo nella giornata nazionale della colletta alimentare.

Il cibo viene donato all’estero o a in Paesi del terzo mondo? A chi vanno gli alimenti raccolti?
Gli alimenti raccolti sono destinati ad enti che assistono i bisognosi in italia. Poiché anche nel nostro Paese esiste il problema della povertà alimentare di cui soffrono 4,6 milioni di persone.
 
Che cos’è il Banco alimentare?
 
Il Banco alimentare dal 1989 recupera in Italia alimenti ancora integri e non scaduti che sarebbero però destinati alla distruzione, perché non più commercializzabili. Salvati dallo spreco questi alimenti, riacquistano valore e diventano ricchezza per chi ha troppo poco. La rete Banco alimentare opera ogni giorno in tutt’Italia attraverso 21 organizzazioni del Banco alimentare dislocate su tutto il territorio nazionale, coordinate dalla Fondazione Banco alimentare onlus. Nel 2015 sono state recuperate 78.448 tonnellate di eccedenze alimentari e raccolte 9.711 tonnellate di prodotti alimentari donati, di cui 8.990 tonnellate durante la giornata nazionale della colletta alimentare. Sono stati recuperati anche 1.125.803 piatti pronti di cibo cotto dalla ristorazione organizzata, mense aziendali e mense scolastiche, oltre a 343 tonnellate di pane e frutta. Ogni giorno tali alimenti vengono ridistribuiti gratuitamente a circa 8.103 strutture caritative che aiutano circa 1.558.250 poveri in Italia. L’attività di Banco alimentare è possibile grazie al lavoro quotidiano di 1.843 volontari.
 
Quali tipologie di enti caritativi sostiene il Banco alimentare?
 
Ogni associazione Banco alimentare locale gestisce autonomamente i rapporti con gli enti della propria regione. Tra gli enti convenzionati ci sono quelli che si occupano di assistenza domiciliare a famiglie povere o ad anziani, le comunità di accoglienza per ragazze madri, bambini, comunità di recupero per tossicodipendenti, comunità alloggio per malati o disabili, le mense per i poveri, i centri di accoglienza per stranieri che hanno la richiesta di protezione umanitaria.
 
Durante la giornata del 26 novembre è possibile effettuare donazioni in denaro?
 
No, nel giorno della giornata nazionale della Colletta alimentare si raccolgono alimenti solo nei supermercati convenzionati, ma è possibile sostenere sempre le attività della fondazione banco alimentare onlus facendo donazioni tramite:

c/c bancario Banca Prossima iban it75k0335901600100000003513

c/c bancario Unicredit Bank iban it70w0200801619000100943590

c/c bancario Popolare di Milano agenzia 514 iban it56w0558401714000000002162

conto corrente postale n. 28748200 intestato a Fondazione Banco alimentare onlus – via Legnone 4 20158

2carta di credito: clicca su http://www.bancoalimentare.it/donaora
 
Come si fa a ricevere aiuto da Banco alimentare?
 
Consultando il sito internet di Banco alimentare è possibile sapere dove sono le sedi locali. È sufficiente telefonare o inviare una mail alla sede dell’associazione Banco alimentare più vicina e richiedere di essere messi in contatto con gli enti caritativi convenzionati più adeguati al bisogno specifico.
 
(fonte: avvenire.it, 25.11.16)
 

Un commento su “Colletta alimentare. Fare la spesa per i poveri, ecco come partecipare

  1. […] via Colletta alimentare. Fare la spesa per i poveri, ecco come partecipare — Una casa sulla roccia […]

I commenti sono chiusi.