Mio fratello ha la sindrome di Down

Una bella lettera-testimonianza pubblicata sul Corriere della Sera del 25.03.17.
 
Caro Beppe, mio fratello ha la sindrome di Down. Quando è nato io avevo 11 anni, le mie sorelle 9 e 4 anni. Quando aveva pochi mesi ho chiesto ai miei di portarlo a scuola per farlo vedere ai miei professori e ai miei compagni: ero orgogliosissima. Gli ho cambiato i pannolini, dato la pappa facendo l’aeroplanino, percorso il corridoio decine di volte per farlo addormentare nel passeggino. Quest’anno mio fratello ha compiuto trent’anni. Al mattino esce e prende il suo autobus. Lavora in una scuola elementare come aiutante del bidello. I bambini gli vogliono bene. Ha le sue piccole manie: tempera le matite fino a quando non sono appuntite come spilli, va in bagno con 5 asciugamani e cose del genere. E’ pigro e mangia troppo. Ma ride. Ride tantissimo. Una risata genuina, che ti arriva dritta al cuore. Ride come non fa quasi nessuno. Ride perché ama la vita, la sua vita. E ti abbraccia. Ti abbraccia fortissimo.
Io ho avuto quattro figli. Non ho mai voluto fare test genetici. Perché se mi avessero detto che mio figlio era affetto dalla trisomia 21 io l’avrei voluto lo stesso. Lo avrei amato lo stesso, come ho amato e amo mio fratello per quello che è. Purtroppo questa società impone la perfezione fisica come un obbligo, un requisito imprescindibile. Ci spinge a credere che i figli devono essere sani e belli per poter essere amati. Altrimenti vanno scartati. Ci fa credere che con un figlio o un fratello down la nostra vita sarà impoverita, rovinata, menomata. Ma non è così. Ci saranno momenti difficili, soprattutto quando si incontreranno persone superficiali e vuote, ma anche tanti momenti bellissimi. E poi ci sarà tanto amore. Perché le persone affette da sindrome di down amano in modo incondizionato, senza calcoli, senza interessi. E sono capaci di una dolcezza e di una profondità di sentimenti che molti “normali” ignorano e di cui nel mondo c’è un bisogno immenso.

Paola Mendo, Studiomendo@alice.it