L’Alabama approva un disegno di legge per il bando totale dell’aborto

GOVERNOR KAY IVEY

La misura intende sfidare la sentenza Roe v. Wade
 
Lo Stato dell’Alabama (Stati Uniti) ha approvato un disegno di legge che intende sfidare la sentenza Roe v. Wade della Corte Suprema sull’aborto.Il provvedimento, approvato dal Senato statale martedì, proibisce l’aborto in qualsiasi stadio della gravidanza. La promotrice, la repubblicana Terri Collins, ha affermato di aspettarsi che la governatrice repubblicana Kay Ivey lo trasformi in legge, ha riferito l’Associated Press. La Ivey non si è espressa pubblicamente su quello che farà al riguardo.

Dopo più di 4 ore di dibattito, il Senato a guida repubblicana ha approvato con 25 voti contro 6 l’approvazione dell’HB 314, che non penalizzerebbe le donne che si sottopongono a un aborto ma prevede una sentenza carceraria fino a 99 anni per i medici che eseguono la procedura. La Camera dell’Alabama aveva approvato il disegno di legge all’inizio di questo mese.

La legge permette eccezioni solo “per evitare un serio rischio sanitario alla madre del bambino non nato”, per gravidanza ectopica e se “il bambino non nato ha un’anomalia letale”, ha riferito la CNN. Un emendamento promosso dai democratici per esentare le vittime di stupro e incesto è stato bocciato con 11 voti contro 21.

Il direttore esecutivo della American Civil Liberties Union dell’Alabama, Randall Marshall, ha affermato che la sua organizzazione si unirà all’ACLU nazionale, Planned Parenthood, e a Planned Parenthood Southeast per sfidare il provvedimento in tribunale nell’arco di “poche settimane” nel caso in cui dovesse diventare legge.

Visto che il Presidente Donald J. Trump ha nominato due giudici pro-lifealla Corte Suprema, molti Stati si sono visti incoraggiati ad approvare provvedimenti più restrittivi sull’aborto, aspettandosi che verranno sfidati in tribunale e che alcuni arriveranno fino alla Corte Suprema.

La senatrice democratica Vivian Figures ha chiesto un’eccezione in caso di stupro per il provvedimento dell’Alabama. “Non si deve allevare quel bambino, non si deve portare quel bambino, non si deve provvedere a quel bambino, non si deve far nulla per quel bambino”, ha dichiarato in un dibattito con il senatore repubblicano Clyde Chambliss, che ha portato il disegno di legge in Senato. “Ma si vuole prendere questa decisione per quella donna”.

Eric Johnston, alla guida della Alabama Pro-life Coalition e redattore del disegno di legge iniziale, ha detto alla CNN che “indipendentemente dal modo in cui ha luogo il concepimento, il prodotto è un bambino, e quindi diciamo che il bambino non nato è una persona che ha diritto alla protezione della legge. Può essere stato concepito con uno stupro o un incesto, ma sarebbe impossibile chiedere a un giudice in quale caso è protetto dalla legge e in quale no”.

 
(fonte: Aleteia, 16.05.19)