Spagna: la risposta della società civile al dietrofront del governo sull’aborto

safe_image

Dopo il ritiro della riforma da parte del premier Rajoy, i movimenti ‘pro-vita’ organizzano per il 22 novembre una manifestazione di dissenso e rinnovato interesse civile per i diritti del nascituro

Roma, 02 Ottobre 2014 (Zenit.org) Federico Cenci

Tanto tuonò che (non) piovve, in Spagna, dove l’attuale primo ministro Mariano Rajoy ha abdicato la battaglia contro il permissivismo nei confronti dell’aborto. Battaglia che il leader del Partido Popular aveva sposato fin dai tempi in cui, dagli scranni parlamentari dell’opposizione, aveva presentato ricorso alla Corte Costituzionale nei confronti della riforma sull’aborto dell’allora premier socialista José Zapatero. Continua a leggere