Viaggio di ritorno

“Solo che la nostra sete infinita di felicità non può abbeverarsi a una fonte finita, ma deve cercare quella fonte che non ha mai fine.”
 
“Meteo di coppia” di Daniele Chierico
 
Come in ogni buon romanzo di avventura, la conclusione è sempre un ritorno. Dopo il viaggio inaspettato intrapreso il 5 maggio, dopo aver attraversato tempeste e deserti, l’avventura si conclude con il dolce ritorno a casa. Il classico spot della Barilla dice “dove c’è Barilla c’è casa”; io posso affermare invece “dove c’è Maria c’è casa”. Il mio viaggio di ritorno ha fatto la sua ultima tappa in un piccolo paesello della Bosnia ed Erzegovina. Tra le alture sassose baciate dal sole di agosto, in una natura arida e inospitale, ho trovato la fonte più rigogliosa della vita. Quando arrivi in questo paesello ti domandi: “Ma qui non c’è veramente niente, c’è il deserto, cosa posso trovare?”, eppure in quel deserto, in quel nulla, trovi tutto. Continua a leggere

Nelle diocesi di tutto il mondo chiese aperte ai penitenti: torna la “24 ore per il Signore”

confessione375IMG_8343_4_45378149_300 Dopo il successo dell’anno scorso, torna «24 ore per il Signore», che a Roma e in moltissime diocesi del mondo, offrirà ai fedeli la possibilità di confessarsi anche durante la notte tra venerdì 13 e sabato 14 marzo. L’epicentro dell’iniziativa, promossa dal Pontificio Consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione, sarà la Basilica di San Pietro, dove il Papa presiederà la celebrazione penitenziale, durante la quale saranno a disposizione dei penitenti 60 confessori. Dalle 20 in poi, in alcuni casi anche per tutta la notte, alcune chiese resteranno aperte nel centro di Roma per l’adorazione eucaristica e l’amministrazione del sacramento della Riconciliazione.

Tra le altre Sant’Agnese in Agone a piazza Navona, Santa Maria in Trastevere, la chiesa delle Sacre Stimmate di San Francesco a largo di Torre Argentina e San Luigi dei Francesi a due passi dal Senato. Continua a leggere