Pillola del giorno dopo: un “attacco diretto” al nascituro. Lo dice la delegazione della Santa Sede all’OMS

Morning-after+pill

Traduzione a cura di Anna Fusina

La cosiddetta pillola del giorno dopo, spesso chiamata “contraccezione d’emergenza” dalla classe medica, non è un “prodotto salva-vita”: il capo della Delegazione della Santa Sede lo ha detto alla 66a Assemblea Mondiale della Sanità a Ginevra questa settimana. Tali farmaci sono in realtà “un attacco diretto” alla vita del nascituro. Nel suo discorso, l’Arcivescovo Zygmunt Zimowski ha risposto alla Risoluzione EB132.R4 dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, che esorta gli Stati membri a migliorare la qualità, la fornitura e l’uso di 13 “prodotti salva-vita.” L’elenco comprende la “contraccezione d’emergenza”. Continua a leggere