Un inno per la venuta del Re dei Re

Un inno per la venuta del Re dei Re scritto da un grande convertito, Matthew Bridges

«Crown Him With Many Crowns» è un inno natalizio popolare in Canada. Qui è eseguito dalla piccola orchestra di una high school della British Columbia (Canada), la Fountainview Academy, affiliata alla Chiesa avventista del Settimo Giorno.

L’autore di questo inno fu appunto fu Matthew Bridges, nato nell’Essex, in Inghilterra, nel 1800. Anglicano e fiero anti-papista, iniziò la sua carriera letteraria pubblicando un poema, Gerusalemme riconquisata, nel 1825. Seguì un altro libro, L’impero romano sotto Costantino il Grande, nel 1828, che aveva lo scopo di «esaminare la vera origine delle superstizioni papali». Ma dopo l’incontro con il movimento di Oxford e la sua figura più carismatica, John Henry Newman, Bridges si convertì al cattolicesimo e spese il resto della sua vita in Canada, morendo in Quebec nel 1894. Continua a leggere

Zichichi a Veronesi: Il cancro è questione di cellule. Ma l’universo è la prova di Dio

1416297023-higgs

Auschwitz e cancro sono tragiche realtà, ma dietro a stelle e galassie c’è una logica. E quindi un autore

di Antonino Zichichi

(da Il Giornale)
 
«Dopo Auschwitz, il cancro è la prova che Dio non esiste?». Lo sostiene Umberto Veronesi nel suo ultimo libro «Il mestiere di uomo». Ma ora a rispondergli è Antonino Zichichi, fisico e presidente Wfs (World federation of scientists).

L’oncologo così racconta il suo progressivo allontanamento: «Non saprei dire qual è stato il mio primo giorno senza Dio. Sicuramente dopo l’esperienza della guerra non misi mai più piede in una chiesa, ma il tramonto della fede era iniziato molto prima (…)». Continua a leggere