L’amore più forte della morte: la storia cantata di Santa Maria Goretti

Santa Maria Goretti, il film

Santa Maria Goretti, il film

(dal sito: Aleteia)
 
“Che cosa vedi che non vedo?  Ho ucciso l’amore!”
 
“L’Amore Piu Forte”, bellissima canzone composta ed eseguita dal sacerdote tedesco Fr. Albert Gutberlet, LC, è una meditazione sulla testimonianza eroica della purezza della martire italiana Santa Maria Goretti, che, resistendo ad un tentativo di stupro, è stata accoltellata morendo all’età di 11 anni, nel 1902.

La piccola grande santa fu canonizzata nel 1950. In questa canzone, il sacerdote sta al posto del killer, che, pensando a lei, è tormentato dall’Amore più forte, più grande della morte, che vibrava nella giovane martire. Continua a leggere

Holy Mother

None

di Antonio Giuliano
 
«Holy mother, where are you?…»
«Santa Madre, dove sei? / Stanotte mi sento spezzato in due / Ho visto le stelle cadere dal cielo / Santa Madre, non riesco a smettere di piangere».

Si rivolge proprio a Maria di Nazaret Eric Clapton nella poderosa Holy Mother, una preghiera-canzone davvero toccante soprattutto nella versione con Pavarotti e un coro gospel. Il rocker la scrisse nel 1986 (insieme a Stephen Bishop) in omaggio a un amico musicista morto pochi mesi prima.

Chi non ha provato del resto quel senso di smarrimento e di profonda sofferenza di fronte a certi inspiegabili fatti della vita. Colpisce però il grido di aiuto di Clapton verso chi può lenire questo dolore, una presenza sentita più viva e vicina che mai: Continua a leggere

La vita ci stupirà col suo disegno: un progetto che diventerà capolavoro. Perchè l’amore vincerà.

10922509_10205623893667303_1460696076122894513_n

di Anna Fusina

(da vitanascente.blogspot.it)
 
Intervista a Debora Vezzani, cantautrice di musica cristiana ed autrice della canzone “L’amore vincerà”
 
Debora, raccontaci un po’ di te…

Debora Vezzani: Sono nata il 25 marzo 1984, festa dell’Annunciazione, del sì di Maria; sono stata abbandonata da mia madre naturale che avendo grandi difficoltà (era orfana anche lei, ma non aveva avuto la fortuna di trovare una famiglia, ed era quindi cresciuta in istituti) non poteva tenermi, ma ha comunque detto il suo “sì” scegliendo di darmi la vita nonostante i medici le consigliassero di abortire. Sono stata adottata durante l’adolescenza e poi i miei genitori adottivi si sono separati. A quel punto mi sono ritrovata a dover scegliere con chi andare a vivere e, avendo all’epoca un ragazzo più grande di me che viveva da solo, ho deciso di andare a convivere con lui. Per la voglia di formare la famiglia che non avevo mai avuto, ho insistito per sposarmi; lui, non credente, mi ha assecondata, sposandomi per farmi un favore. Il matrimonio, con queste basi, si è inevitabilmente rivelato un disastro e ci siamo separati. Continua a leggere

In Vaticano presentazione ufficiale della canzone “Amico Papa” del cantautore Franco Nocchi

papa-Francesco

Ricevo e volentieri condivido:
 

Il ricavato della pubblicazione sarà interamente devoluto all’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù.

Il giorno 11 aprile 2014, alle ore 11.00 nella sala del C.I.A.M in Vaticano avrà luogo la conferenza stampa di presentazione ufficiale della canzone “Amico Papa” dell’artista pisano Franco Nocchi. La canzone vuole essere un omaggio alla grandezza dimostrata dal Santo Padre, un omaggio che, forse in modo solo apparentemente casuale, cade proprio nel periodo dell’anniversario del Suo primo anno di Pontificato. Nel testo in ben tre passaggi si possono infatti ascoltare direttamente la sua voce e le sue parole rivolte al mondo. La voce di Sua Santità è utilizzata con l’approvazione, oltre che il plauso e la piena collaborazione, della Libreria Editrice Vaticana e di Radio Vaticana. Continua a leggere

“Tiene il suo bimbo!” – il video musicale che ha salvato tre bambini

JohnElefante_video_prolife-615x380

Quando il vincitore di diversi Grammy award John Elefante, cantante e produttore, ha iniziato a scrivere il testo della sua canzone “This Time”, non aveva alcuna intenzione di scrivere una “canzone pro-life” e certamente non avrebbe mai pensato che la canzone avrebbe potuto salvare la vita di nessuno. Pensava solo di scrivere un buon testo per il suo nuovo album.

John, l’ex cantante della rock band del Kansas, prolifico produttore discografico e convertito al Cristianesimo, ha dichiarato a LifeSiteNews.com in una recente intervista telefonica che quando si siede a scrivere i testi, ha già il resto della la canzone praticamente registrata. Continua a leggere