Ecco come conoscere i carismi nostri e degli altri

Udienza generale del mercoledì di Papa Francesco

di Massimo Introvigne

(da lanuovabq.it, 01-10-2014)
 
Nella prima udienza generale di ottobre, Papa Francesco, proseguendo le sue catechesi sulla Chiesa, ha proposto una meditazione su alcuni specifici doni che lo Spirito Santo le ha affidato, i carismi. Il Papa è partito da alcune domande: «che cos’è esattamente un carisma? Come possiamo riconoscerlo e accoglierlo? E soprattutto: il fatto che nella Chiesa ci sia una diversità e una molteplicità di carismi, va visto in senso positivo, come una cosa bella, oppure come un problema?».

Carisma, ha fatto notare il Pontefice, è diventata una parola del linguaggio comune, per indicare non solo un talento naturale, ma uno che attrae le altre persone e trasforma una persona in un leader «brillante e coinvolgente». Continua a leggere

«Aggiornamento» non significa rottura con la tradizione, ma ne esprime la continua vitalità

Il 12 ottobre, ricevendo un gruppo di padri conciliari del Vaticano II ancora viventi, Benedetto XVI ha definito una «grazia» la loro partecipazione, cinquant’anni fa, al Concilio. Il Papa ha colto l’occasione di questa udienza per ritornare ancora su una parola che, «quasi in modo programmatico, ritornava continuamente nei lavori conciliari: la parola “aggiornamento”». Continua a leggere