Francesco e Kirill: “La famiglia si fonda sul matrimonio tra un uomo e una donna”

2016-02-13_002212 

Il 12 febbraio Cuba è stata testimone di un avvenimento atteso da mille anni: il primo incontro fra il capo della Chiesa di Roma e quello della Chiesa ortodossa russa, accompagnato dalla firma di una importante dichiarazione congiunta. Tale documento, se da un lato riconosce che permangono ancora “ostacoli” alla piena unità tra le due Chiese, dall’altro richiama “l’immutabilità dei principi morali cristiani” basati sul rispetto della dignità della persona “secondo il disegno del Creatore”. Emergono in particolare: la difesa della famiglia naturale e l’inviolabilità della vita umana dal concepimento alla morte naturale. Parole a cui i media non hanno dato risonanza, ma che a Cuba sono risuonate forti e chiare.  Continua a leggere

“L’errore più grande che ho fatto…” – Napoleone Bonaparte

10614339_458320487642340_3565597324871634496_n

Ormai prossimo alla sua fine, nell’isola di Sant’Elena, Napoleone fu intervistato da un giornalista francese. Alla domanda: «Se tornasse indietro, quale errore non rifarebbe», il grande persecutore della Chiesa diede la seguente risposta. Successivamente, prima di morire, si riconciliò con la Chiesa, si confessò e riprese la pratica della Comunione.

Solo la Chiesa è davvero cattolica

128222-800x533-500x333

di Costanza Miriano
 
Una delle cose più belle della vacanza, insieme al brivido di andare in giro senza smalto, al privilegio di poter puntare la sveglia cattolica, come la chiama il mio amico Pippo (ci si alza «quando Dio vuole»), alla bellezza di stare con le persone a cui si vuole bene, è andare a Messa in posti lontani, a volte sconosciuti, a volte estranei, e sentirsi lo stesso a casa, o comunque in un luogo amico, dove si sa di cosa si stia parlando, dove si è amici della stessa Persona, dove si è parte dello stesso corpo.

È vero, la vicina con la gonna che proviene da un’altra era geologica può avere i capelli raccolti da un’audace architettura di forcine mai vista, il signore davanti indossa una camicia fuori moda almeno dal 1972, ma queste sono quisquilie. Continua a leggere

Come si diventa santi nella Chiesa cattolica? La canonizzazione e la sua portata giuridica

giovanni paolo II

di Giancarlo Cerrelli

Le tappe per giungere a una canonizzazione sono molteplici. Dall’indagine diocesana al pronunciamento del Papa. Ripasso in vista dell’evento di domenica.

Domenica 27 aprile saranno canonizzati Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II, due Papi, che con il loro pontificato hanno caratterizzato il secolo XX.

In vista di questo evento eccezionale, è utile esaminare brevemente le disposizioni che disciplinano la canonizzazione dei santi e verificare l’efficacia giuridica che il diritto canonico dà al decreto di canonizzazione.

È da precisare d’esordio, che il codice di diritto canonico del 1983 – a differenza di quello del 1917, che prevedeva una sezione specifica per la disciplina delle cause di beatificazione e canonizzazione – non disciplina direttamente la materia, preferendo fare, al can. 1403, un rinvio, circa la regolamentazione  della canonizzazione dei Servi di Dio, ad una legge pontificia peculiare. Continua a leggere

I bambini solo un pretesto per attaccare la Chiesa

imagesr

di Riccardo Cascioli

Un piccolo retroscena spiega la grande menzogna dietro al farneticante documento pubblicato il 5 febbraio dal Comitato Onu per i diritti dell’infanzia contro la Santa Sede. Quando lo scorso 16 gennaio terminò l’audizione della Santa Sede nel Comitato (tutti i paesi firmatari della Convenzione del Fanciullo a turno presentano un rapporto poi oggetto di discussione), diversi delegati sono andati a ringraziare personalmente e a congratularsi con monsignor Silvano Tomasi, Osservatore permanente della Santa Sede all’Onu di Ginevra, per le esaurienti e circostanziate risposte date alle domande della Commissione. Nessuna sensazione perciò di un “processo” andato male. Continua a leggere

Onu contro la Chiesa. Dossier

onuRvaticano-guardie-svizzereR

“A prima vista le 16 pagine del Rapporto del Comitato Onu sui diritti dell’infanzia riferito alla Santa Sede potrebbero far pensare a uno scherzo. Di pessimo gusto, ma pur sempre uno scherzo. E invece è purtroppo proprio vera la paternità di un documento che come pochi altri contiene in sé un numero tale di inesattezze, confusioni di piani, ignoranze di dati materiali da lasciare letteralmente sgomenti”. Così il quotidiano Avvenire commenta oggi la notizia delle sconcertanti “osservazioni” ed “esortazioni” (tali da sembrare quasi un avvertimento) indirizzate dal Comitato per la Convenzione sui diritti dell’infanzia alla Santa Sede. Continua a leggere

Un complotto internazionale. La Chiesa sta reagendo

vaticano_piazza_san_pietro

(dal blog di Paolo Brosio)
 
Cari amici,
dovete sapere e divulgare a tutti questa notizia molto importante che riguarda la vita di noi cristiani.
Il 16 gennaio 2014 la Pontificia Commissione Teologica Internazionale ha ufficialmente redatto e poi pubblicato dopo ben cinque anni di studio un documento di eccezionale rilevanza storica.
Si tratta di un documento pubblico con il quale per la prima volta nella storia moderna della Chiesa viene denunciato ufficialmente un complotto internazionale dei cosiddetti poteri forti nel campo della finanza, economia, della comunicazione e degli ambienti culturali. Il testo è stato approvato e rivisto dal prefetto della Congregazione della dottrina della fede, cardinal Gerhard Müller. Continua a leggere