In quale testo Gesù è citato per la prima volta?

In quale testo Gesù è citato per la prima volta?

Risale a 2000 anni fa. Per gli studiosi è autentico e rivela il legame tra Cristo e Re Davide
 
Gesù e gli apostoli Giacomo, Pietro e Giovanni. Sono tutti citati in quello che, secondo alcuni studiosi, è il più antico testo esistente in cui si parla del Cristo. Sono alcune tavolette di metallo unite con degli anelli, un libretto scritto con un codice particolare che sarebbe stato tradotto come riporta il Daily Mail (30 novembre).
 
LA SCOPERTA IN GIORDANIA
 
La scoperta in realtà risale al 2008, quando un beduino ritrovò questo manufatto in una vallata dell’attuale Giordania, che secondo gli esperti corrisponde al territorio in cui si rifugiarono i cristiani di Gerusalemme dopo la distruzione della città nel 70 dopo Cristo. Continua a leggere

La straordinarietà nell’ordinario

img,1

L’attualità di Galati 2, 9
 
di  Eleon Borlini
 
C’è un’immagine, nel Nuovo Testamento, che sintetizza l’essere “molteplice nell’unità” della Chiesa, sin dal primo Concilio della storia. Nell’Epistola ai Galati, Paolo ripercorre, in special modo lungo i primi due capitoli, la propria conversione e la predicazione del Vangelo di Cristo alle città dell’Asia minore. Nel cuore del secondo capitolo, l’Apostolo rievoca un evento/incontro decisivo: “Giacomo, Cefa e Giovanni, ritenuti le colonne, diedero a me […] la loro destra in segno di comunione” (Gal 2,9). E’ la sintesi ecclesiologica del Concilio di Gerusalemme (50 d.C. ca), in cui le diverse anime del protocristianesimo trovarono l’unità nell’unico Spirito. Continua a leggere