Equiparare la fecondazione eterologa all’adozione è assurdo

fecondazione-eterologa_MPV_commento_sentenza_incostituzionale

Il Movimento per la Vita torna sul tema della sentenza che ha definito incostituzionale il divieto di fecondazione eterologa, di fatto intaccando alla radice il principio cardine dell legge 40.

Carlo Casini, presidente del MpV, interviene mettendo in luce uno degli aspetti su cui la sentenza fa più acqua, il parallelo tra eterologa ed adozione, equiparazione per stendere la quale i giudici si sono ben guardati di sottolinearne le profonde differenze sostanziali.

Riportiamo a seguire il testo completo del comunicato stampa del Movimento per la Vita. Continua a leggere

Telefonata del papa a una donna risposata: le notizie non sono affidabili

topic

La dichiarazione del portavoce della Santa Sede: non c’è alcun cambiamento nella dottrina della Chiesa

La presunta telefonata del papa a una donna in Argentina sposata con un uomo divorziato, che avrebbe avuto da lui il permesso di accostarsi alla Comunione, ha fatto in fretta il giro del mondo dando la stura ad una serie di forzature e strumentalizzazioni.

Il titolo di The Telegraph ad esempio recitava: “Papa Francesco dice a una peccatrice che le dovrebbe essere data la Comunione”. Di recente sono venuti alla luce altri particolari sulla storia.

Ricostruiamo ora insieme i fatti accaduti, riportando in fondo la dichiarazione da parte del portavoce della Santa Sede, padre Federico Lombardi. Continua a leggere

Padre Lombardi: telefonate del Papa, non trarre conseguenze su insegnamento Chiesa

d7019518eabf9dca4e7ffaa832b098563c402979_224x149_Q75

In questi giorni si è parlato molto di una telefonata di Papa Francesco. A questo proposito il direttore della Sala Stampa vaticana, padre Federico Lombardi, ha rilasciato la seguente dichiarazione:

“Parecchie telefonate hanno avuto luogo, nell’ambito dei rapporti personali pastorali del Papa Francesco.
Non trattandosi assolutamente di attività pubblica del Papa non sono da attendersi informazioni o commenti da parte della Sala Stampa. Ciò che è stato diffuso a questo proposito, uscendo dall’ambito proprio dei rapporti personali, e la sua amplificazione mediatica conseguente, non ha quindi conferma di attendibilità ed è fonte di fraintendimenti e confusione. E’ perciò da evitare di trarre da questa vicenda conseguenze per quanto riguarda l’insegnamento della Chiesa”.
 
(Radio Vaticana – 24 aprile 2014)
 

Scienza e Vita: Avanza la Babele procreativa

Fecondazio_41554657_300

Comunicato n° 136 del 09 Aprile 2014
 
SCIENZA & VITA: CADUTO IL DIVIETO ALL’ETEROLOGA
AVANZA LA BABELE PROCREATIVA

“Con la sentenza della Corte costituzionale, che travalica la funzione politica del Parlamento su temi complessi che riguardano la società civile e i propri modelli di riferimento culturali, prosegue lo smantellamento progressivo a mezzo giudiziario della legge 40. Una normativa forse da rivedere dopo dieci anni, ma che ha avuto il merito di porre un quadro di riferimento scientifico ed etico in tema di procreazione assistita”, commentano Paola Ricci Sindoni e Domenico Coviello, Presidente e copresidente nazionali dell’Associazione Scienza & Vita. Continua a leggere

L’Italia è ancora uno stato democratico e libero?

safe_image

Se lo chiede l’Associazione italiana Ginecologi Ostetrici Cattolici dopo le modifiche che l’Aifa ha apportato sul foglietto illustrativo della Norlevo, al solo scopo di aggirare l’obiezione di coscienza dei medici contrari alle pillole abortive.

Roma, 10 Febbraio 2014 (Zenit.org)

In un comunicato diffuso oggi l’Associazione italiana Ginecologi Ostetrici Cattolici (A.I.G.O.C.) accusa l’Associazione Italiana del Farmaco (AIFA) di aver cambiato le caratteristiche della pillola abortiva Norlevo, mentendo ai consumatori e con lo scopo di aggirare l’obiezione di coscienza dei medici che non intendono partecipare all’interruzione volontaria di gravidanza. Continua a leggere

“Un inganno studiato da menti perverse ?” Il parere di Padre Livio di Radio Maria sulla “illuminazione” della statua

3752825378

La vicenda della illuminazione della statua della Madonna presso la vecchia abitazione di Vicka Ivankovic a Medjugoje, che da Lunedì sera 23 settembre sta facendo il giro del mondo, ha destato stupore ma anche tante perplessità. E’ il caso, quest’ultimo, di chi conosce da molto vicino (e lo diffonde con passione da sempre) il fenomeno delle apparizioni di Medjugorje: padre Livio Fanzaga, direttore di Radio Maria.
Pubblico di seguito il suo comunicato pubblicato sul sito di Radio Maria:

 
Cari amici,

alcuni di voi mi hanno chiesto un parere sulla statua della Madonna di Lourdes, situata nella casa natale di Vicka (ora non più abitata, ma aperta ai visitatori), che al buio emana una luce verdastra dal manto e dalla veste bianca, ma non dal volto e dalla mani (color rosato), dalla fascia blu, dalla corona del rosario e dalla corona sopra il capo ( color giallo). Continua a leggere