L’eredità di Giussani dieci anni dopo: un messaggio vivo

giussani_ppiano1R400

di Giorgio Paolucci
 
«Don Giussani realmente voleva non avere per sé la vita, ma ha dato la vita, e proprio così ha trovato la vita non solo per sé, ma per tanti altri. (…) Servendo così, dando la vita, questa sua vita ha portato un frutto ricco – come vediamo in questo momento – è divenuto realmente padre di molti e, avendo guidato le persone non a sé ma a Cristo, ha guadagnato i cuori, ha aiutato a migliorare il mondo, ad aprire le porte del mondo per il cielo». Le parole pronunciate davanti a 50mila persone radunate a Milano in piazza del Duomo e in Cattedrale dal cardinale Joseph Ratzinger durante l’omelia per i funerali di don Giussani, morto il 22 febbraio 2005, raccontano di un’eredità viva e che a dieci anni dalla morte del fondatore di Comunione e Liberazione continua a portare frutto. Accade in Italia, dove il movimento è nato e ha mosso i suoi primi passi sessant’anni fa, e in tanti Paesi del mondo, con una diffusione che colpisce per la sua trasversalità geografica, anagrafica, culturale e sociale. Continua a leggere

“Tutta la vita chiede l’eternità”

topic

Il 22 febbraio ricorre il IX anniversario della morte del Servo di Dio Don Luigi Giussani. Il ricordo commosso di una presenza oggi viva più che mai.

“Desidero ringraziarLa a nome mio personale e di tutti gli amici di Comunione e Liberazione qui presenti e uniti a noi in tutto il mondo, per avere condiviso questo gesto di riconoscenza e di lode al Signore per il dono della vita di don Giussani, per i sessant’anni dall’inizio del Movimento e per l’anniversario del riconoscimento pontificio della Fraternità di Comunione Liberazione” sono state queste le parole commosse di don Julian Carron, guida di Comunione e Liberazione, rivolte l’11 febbraio 2014 al cardinale della diocesi di Milano Angelo Scola al termine della celebrazione per il IX anniversario della morte di don Luigi Giussani, fondatore di CL. Continua a leggere

E «Don Gius» andò controcorrente

turismo-religooso-

È davvero monumentale la prima biografia del fondatore di Comunione e Liberazione, in uscita da domani per Rizzoli. Si intitola semplicemente «Vita di Don Giussani», conta ben 1350 pagine (euro 25) ed è stata scritta dal giornalista Alberto Savorana, a lungo e tuttora impegnato nell’informazione e nell’attività editoriale del movimento creato da «don Gius». Il testo, ricco di fatti e documenti inediti, esce a 8 anni dalla scomparsa del sacerdote lombardo e promette di ricostruire per la prima volta con completezza la vicenda umana e spirituale di un uomo che è stato indiscutibile «maestro» per migliaia di giovani, italiani e no. Continua a leggere

Giacomo Poretti: Vado al Meeting e tutti mi chiedono “perché?”

untitled

Bella e divertente lettera del comico che quest’anno parteciperà agli incontri di Rimini. “Sono due anni che mi ronza in testa una frase del cardinale Scola”
 
“Uno può decidere di andare a farsi una vacanza in un albergo a Dubai in una camera luxury che comprende campo da tennis in erba, piscina olimpionica con trampolino, pista da go kart, tutto quanto in camera, ovviamente vista mare, al costo di 12.000 euro a notte, extra esclusi, e nessuno ti dice niente”. Invece, se vai al Meeting di Rimini, tutti ti chiedono “perché?”. Persino “mia madre me lo ha chiesto”.
Scrive così oggi su Avvenire Giacomo Poretti, il celebre comico del trio Aldo, Giovanni e Giacomo, spiegando la sua partecipazione alla kermesse riminese, cui parteciperà per presentare il suo libro Alto come un vaso di gerani (un libro da leggere, come vi avevamo raccontato qui). Continua a leggere

«Che la fede diventi esperienza presente»

img-_antPrmPianoTpl1-_pellegrinaggio

di Benedetta Consonni
 
Centomila persone sono in perfetto silenzio, in attesa. Poi scoppia il boato di applausi. Siamo allo stadio Helvia Recina di Macerata, la sera di sabato 8 giugno, ed è appena arrivata la telefonata di saluto di Papa Francesco ai pellegrini del 35° pellegrinaggio a piedi da Macerata a Loreto, dal titolo “Che cosa può davvero saziare il desiderio dell’uomo?”. “So che camminerete per 28 chilometri tutta la notte – ha detto il Papa – recitando il Santo Rosario, cantando insieme, guidati. E’ bello questo perché è il paradigma della vita. Tutta la vita è un pellegrinaggio. L’importante è l’incontro con Gesù in questa strada della vita, l’incontro con Lui, e questo ti dà la fede, perché è proprio Lui che te la dà. Continua a leggere

Assalto alle opere. Sembra guerra

img-_innerArt-_meeting-rimini-2012

di Riccardo Cascioli

E ora tocca al Meeting di Rimini. Ieri la Guardia di Finanza ha sequestrato beni per oltre un milione di euro alla Fondazione Meeting per l’amicizia tra i popoli e denunciato tre suoi dirigenti per truffa aggravata: secondo l’accusa, attraverso rapporti con altre società legate alla Compagnie delle Opere sarebbero stati tarati i bilanci al fine di conseguire delle perdite e poter così percepire illecitamente fondi da enti pubblici. Continua a leggere

CL e il tentativo di delegittimare un’esperienza cristiana

Napolitano_2

In politica è difficile credere a coincidenze casuali. Specie in tempi come questi. Dopo mesi e mesi di feroci attacchi al governatore della Lombardia “ciellino” Roberto Formigoni, ecco che in piena bagarre elettorale, con un tempismo a dir poco sorprendente, il Meeting “ciellino” di Rimini è nell’occhio del ciclone.
I risultati dell’amministrazione Formigoni in Lombardia sono eccellenti, noti a tutti, ma non è bastato per reggere all’assalto dei media che hanno dipinto la regione come “sommersa dagli scandali”, mentre l’icona fotografica del malcostume lombardo è stata quella del tuffo di Formigoni da uno yacht. Continua a leggere