Francesco e Kirill: “La famiglia si fonda sul matrimonio tra un uomo e una donna”

2016-02-13_002212 

Il 12 febbraio Cuba è stata testimone di un avvenimento atteso da mille anni: il primo incontro fra il capo della Chiesa di Roma e quello della Chiesa ortodossa russa, accompagnato dalla firma di una importante dichiarazione congiunta. Tale documento, se da un lato riconosce che permangono ancora “ostacoli” alla piena unità tra le due Chiese, dall’altro richiama “l’immutabilità dei principi morali cristiani” basati sul rispetto della dignità della persona “secondo il disegno del Creatore”. Emergono in particolare: la difesa della famiglia naturale e l’inviolabilità della vita umana dal concepimento alla morte naturale. Parole a cui i media non hanno dato risonanza, ma che a Cuba sono risuonate forti e chiare.  Continua a leggere

Obama accoglie Francesco, «Papa della speranza» E lui chiede libertà religiosa e difesa della famiglia

img-_innerArt-_pap1_84

di Massimo Introvigne
 
  Il 23 settembre 2015 Papa Francesco ha iniziato la sua visita negli Stati Uniti. I primi incontri sono stati con il presidente Obama alla Casa Bianca e con i vescovi americani, mentre nella nottata italiana al Santuario Nazionale dell’Immacolata Concezione di Washington il Papa ha canonizzato il beato Junipero Serra, il francescano apostolo della California nel XVIII secolo. Nella sua prima giornata il Papa ha invitato a difendere la vita, la famiglia e la libertà religiosa che oggi sono in pericolo anche negli Stati Uniti con una fermezza obbligatoria cui a nessuno è lecito sottrarsi ma insieme con uno stile umile, evitando i toni «aspri e bellicosi» e persuadendo con dolcezza e pazienza.

La visita ha avuto un prologo nell’incontro con i giornalisti nel volo fra L’Avana e Washington, dove i giornalisti hanno posto al Papa domande forti sul mancato incontro con i dissidenti cubani ostili al regime di Fidel Castro e sulle difficoltà che potrà incontrare negli Stati Uniti un Pontefice che non fa mistero della sua ostilità al grande capitalismo americano. Continua a leggere

“Lasciamoci conquistare dallo sguardo di Gesù, come San Matteo”

Durante la messa ad Holguín, papa Francesco celebra la festa del pubblicano che diventò apostolo ed invoca l’intercessione della Vergine della Carità del Cobre sul popolo cubano
 
Holguín, Cuba, 21 Settembre 2015 (ZENIT.org) Luca Marcolivio
 
La vicenda di San Matteo, il pubblicano convertito e conquistato dalla chiamata di Gesù Cristo, è di grande attualità ed è in forte sintonia con la storia di Cuba e del suo popolo.

Nel giorno della festa liturgica dedicata all’apostolo ed evangelista, papa Francesco ha presieduto la messa a Plaza de la Revolucion, ad Holguín, dove è stato accolto dal vescovo locale, monsignor Emilio Aranguren Etcheverría. Continua a leggere