Kanu, l’africano che ha portato Chesterton in Sierra Leone

kanu

Una laurea a Oxford e poi il ritorno in Africa per applicare le teorie economiche dello scrittore cattolico inglese.

kanuNell’ottobre 2002 la Sierra Leone era un poverissimo paese africano stremato da undici anni di guerra civile che aveva causato la morte di 50 mila esseri umani. Due milioni e mezzo di persone sono rimaste senza casa, dieci mila senza un braccio o un avambraccio, mutilate a colpi di machete. John Kanu invece era un fortunato e volonteroso trentottenne sierraleonese che dopo sforzi eroici era riuscito ad approdare all’università di Oxford e a ottenere un master in Scienze sociali applicate. Intorno a quello che John aveva fatto per convincere la sua famiglia a mandarlo a scuola – unico bambino del suo villaggio – per continuare gli studi dopo la morte del padre e per ottenere un visto e una borsa di studio per frequentare l’università in Inghilterra, si sarebbe già allora potuto scrivere un libro. Continua a leggere

Chesterton/ Quella “profezia” sui banchieri di Wall Street

8173494_s

di Paolo Gulisano

Gilbert Keith Chesterton non è uno scrittore del secolo passato, ma del futuro prossimo. Nella produzione decisamente abbondante, consona al suo autore, che ci ha lasciato, accanto alle ben note opere narrative, tra le quali spiccano i racconti di Padre Brown, nonché i romanzi, ricchi di immaginazione fantastica, da Il Napoleone di Notting Hill a L’Osteria Volante a L’uomo che fu Giovedì, troviamo una produzione saggistica assolutamente eccezionale: il suo talento ebbe modo di sfornare opere come Ortodossia o le biografie di santi come Francesco d’Assisi e Tommaso d’Aquino, e altro ancora. Continua a leggere

Il 28 Novembre è stata la memoria di San Giacomo della Marca e i veri distributisti dovrebbero saperlo e celebrarlo

sgiacomo

Un interessante articolo tratto dal blog “G.K. Chesterton – uomo vivo”.
 

San Giacomo della Marca è un personaggio forse oggi meno noto di un tempo, ma a noi distributisti e chestertoniani deve essere particolarmente caro.

Nacque verso la fine del secolo XIV a Monteprandone (AP), dove oggi si trova il suo corpo incorrotto, e lo ricordiamo – oltre che per la sua santità, la sua cultura e la sua infaticabile opera (qui sopra trovate un collegamento col sito del suo santuario con la narrazione della sua vita) – anche per essere l’ideatore e il fondatore dei Monti di Pietà. Continua a leggere

Distributismo e Dottrina Sociale della Chiesa

Presso la Biblioteca Caversazzi di Bergamo lo scorso 11 luglio si è tenuta una conferenza, il cui titolo (Il Distributismo: un modello di società alternativo a capitalismo e social-comunismo) sembrava riproporre il sottotitolo all’opera di Chesterton: “Il profilo della ragionevolezza”.

Presieduta da Matteo Mazzariol, Presidente di Giustizia Monetaria, un’organizzazione che si occupa in particolar modo del coordinamento per la proprietà popolare della moneta, la serata ha avuto come illustre ospite e conferenziere il Prof. John C. Medaille, docente presso l’Università di Dallas, Stati Uniti e manager di grandi corporation e piccole aziende per più di trent’anni. Continua a leggere

Un’educazione distributista

[Dal Blog “Chesterton. Il Blog dell’uomo vivo”]
 
Per gentile concessione dell’amico Stratford Caldecott, che ringraziamo, pubblichiamo la traduzione di un intervento pubblicato dal sito Distributist Review (in calce trovate il collegamento) sull’educazione distributista; il breve saggio riprende alcuni concetti già espressi da Caldecott in un altro intervento cui demmo spazio alcuni mesi fa dal titolo “La questione dello scopo”.
Ringraziamo il nostro Gianmaria Spagnoletti per la traduzione dall’inglese. Continua a leggere

Minosse e spread, serve un tuffo chestertoniano per non sentirsi pesci fuor d’acqua

Il signor Chesterton scrisse nei suoi anni giovanili una simpatica poesia, rielaborando in modo stupefacente l’espressione “pesce fuor d’acqua”. Racconta la storia di un gruppo di audaci pirati che, dopo aver solcato tutti gli oceani del mondo, depredando e conquistando tesori, alla fine si imbattono nella tempesta più tremenda mai vista. Continua a leggere…