Padre Lombardi: documento Comitato Onu sui minori anomalo, con gravi limiti e oltre le sue competenze

Padre-Federico-Lombardi

Città del Vaticano (AsiaNews) – Il documento del Comitato Onu sui diritti del bambino con le osservazioni verso la Santa Sede – diffuso il 5 febbraio scorso – è “anomalo” nella pubblicizzazione fatta del documento (mai avvenuta per altri Stati); presenta una visione “ideologica” che sembra non voler capire cosa sia la Chiesa cattolica e la Santa Sede; va “oltre le sue competenze” venendo addirittura a esigere la revisione del diritto canonico, della confessione, dell’insegnamento della Chiesa su sessualità, famiglia, contraccezione, aborto. Sono alcuni degli appunti che padre Federico Lombardi, direttore della Sala stampa vaticana fa al Comitato, in una nota pubblicata oggi. Quanto detto da padre Lombardi ricalca, in modo più generale, le affermazioni fatte da mons. Silvano Tomasi, osservatore vaticano all’Onu di Ginevra. Per entrambi c’è l’impressione che il testo fosse “già scritto” da molto tempo, perfino prima delle audizioni avvenute a Ginevra nelle scorse settimane. Il p. Lombardi attribuisce queste storture all’influenza di gruppi e ong presenti nell’Onu, dichiaratamente contrari alla Chiesa cattolica, insensibili a quanto essa fa per la protezione del bambino, la sua educazione e difesa. Continua a leggere

Un complotto internazionale. La Chiesa sta reagendo

vaticano_piazza_san_pietro

(dal blog di Paolo Brosio)
 
Cari amici,
dovete sapere e divulgare a tutti questa notizia molto importante che riguarda la vita di noi cristiani.
Il 16 gennaio 2014 la Pontificia Commissione Teologica Internazionale ha ufficialmente redatto e poi pubblicato dopo ben cinque anni di studio un documento di eccezionale rilevanza storica.
Si tratta di un documento pubblico con il quale per la prima volta nella storia moderna della Chiesa viene denunciato ufficialmente un complotto internazionale dei cosiddetti poteri forti nel campo della finanza, economia, della comunicazione e degli ambienti culturali. Il testo è stato approvato e rivisto dal prefetto della Congregazione della dottrina della fede, cardinal Gerhard Müller. Continua a leggere

Sinodo sulla famiglia, il documento tradito

img-_innerArt-_in-stile-cartone-animato-elementi-matrimonio-05-materiale-vettore_15-14466

di Massimo Introvigne
 
«Le sfide pastorali della famiglia nel contesto dell’evangelizzazione». Questo è il titolo del documento preparatorio della III Assemblea Generale Straordinaria del Sinodo dei Vescovi, che si svolgerà in Vaticano dal 5 al 19 ottobre 2014. Il documento è stato già presentato da molta stampa facendo riferimento quasi esclusivamente al questionario finale, di carattere fattuale, il quale chiede ai vescovi quale sia la situazione nei loro Paesi su una serie di materie, tra cui il riconoscimento giuridico delle unioni e delle adozioni omosessuali, quasi che queste domande preludessero a chissà quali cambiamenti nella dottrina. Le ricostruzioni giornalistiche scadono nella vera e propria mistificazione quando, citando il questionario, si omette completamente di informare sul contenuto specificamente dottrinale del documento, che non solo non è assente ma è chiaro e non si presta a equivoci di sorta. Continua a leggere

Cos’è la professione di fede?

chiavi

Cosa vuol dire: “aderisco con religioso ossequio della volontà e dell’intelletto al Magistero proposto dal Pontefice?”

 
NOTA ILLUSTRATIVA DOTTRINALE DELLA FORMULA CONCLUSIVA DELLA PROFESSIO FIDEI

 
Congregazione per la dottrina della fede
(29 giugno 1998)
 
1. Fin dai suoi inizi la Chiesa ha professato la fede nel Signore crocifisso e risorto, raccogliendo in alcune formule i contenuti fondamentali del suo credere. Continua a leggere