La politica nella “Evangelii Gaudium” di Papa Francesco

10003471_530956633689031_2887585396047687974_n

Mons. Giampaolo Crepaldi, vescovo di Trieste, spiega che l’Esortazione apostolica è ricca di indicazioni che appartengono all’ambito del magistero sociale

Roma, 11 Aprile 2014 (Zenit.org) – di Federico Cenci

La Evangelii Gaudium di papa Francesco: formalmente non è un’enciclica sociale, eppure vi si riscontrano – soprattutto nel capitolo quattro, dal titolo La dimensione sociale dell’evangelizzazione – tracce evidenti del magistero sociale della Chiesa. Lo ha spiegato mons. Giampaolo Crepaldi, vescovo di Trieste, durante la relazione che ha tenuto ieri, 10 aprile, presso la Basilica di San Giovanni in Laterano.

Significativo, secondo il vescovo della città giuliana, che i testi maggiormente citati da papa Francesco nella Evangelii Gaudium siano l’Esortazione apostolica Evangelii nuntiandi (8 dicembre 1975) di Paolo VI e il Compendio della Dottrina sociale della Chiesa, redatto dal Pontificio Consiglio della Giustizia e Pace per volontà di Giovanni Paolo II.  Continua a leggere

Il Papa: “I cattolici in politica siano coerenti con il vangelo”

1472005_10201752185625333_2128080061_n

Questo interessante discorso di
Papa Francesco del 7 dicembre 2013 alla Delegazione dell’Istituto Dignitatis Humanae mi era sfuggito. Probabilmente perché poco rilanciato dai media.

“E’ necessaria un’opera di sensibilizzazione e di formazione, affinché i fedeli laici, in qualsiasi condizione, e specialmente quelli che si impegnano in campo politico, sappiano pensare secondo il Vangelo e la Dottrina sociale della Chiesa e agire coerentemente, dialogando e collaborando con quanti, con sincerità e onestà intellettuale, condividono, se non la fede, almeno una simile visione di uomo e di società e le sue conseguenze etiche”.

1) Pensare secondo la Dottrina sociale a agire coerentemente.
2) Dialogo e collaborazione con chi condivide una simile visione e le sue conseguenze etiche. Continua a leggere

E’ nella famiglia la chiave della pace

img-_innerArt-_papa-francesco_corpo%20diplom

di Massimo Introvigne

Il 13 gennaio 2014 Papa Francesco ha pronunciato il tradizionale discorso annuale che i Pontefici rivolgono al Corpo Diplomatico accreditato presso la Santa Sede. Appena eletto, Francesco aveva già convocato il Corpo Diplomatico per un incontro straordinario, il 22 marzo 2013, in cui fece propria l’espressione del «caro e venerato Benedetto XVI», «dittatura del relativismo», indicandola come radice della «povertà spirituale dei nostri giorni», la quale tocca anche coloro che sono materialmente ricchi e non è meno grave della povertà materiale.

Mentre nel precedente incontro, sulla scia dei colloqui con i diplomatici di Benedetto XVI, Papa Francesco aveva denunciato gli attentati, anche nell’Occidente relativista, alla libertà religiosa, il 13 gennaio ha scelto di concentrarsi sui temi della famiglia e della vita. Continua a leggere

Giusta imposta: pagare meno, pagare tutti

img-_innerArt-_forconi_fisco

di Ferdinando Leotta
 
Con la protesta dei Forconi sono stati portati all’attenzione dell’opinione pubblica i gravi problemi che sta attraversando il mondo dei piccoli commercianti, dei professionisti a basso reddito, degli ambulanti dei mercati, dei «padroncini» di camion e dei tassisti, di alcune categorie di piccoli artigiani. Si tratta, se si adotta la denominazione suggerita dal sociologo Aldo Bonomi, del Quinto Stato, che sostanzialmente si identifica con il popolo delle piccole partite IVA, aggredito dalla pressione fiscale e contributiva che, sommata alla recessione, alla stretta creditizia, agli adempimenti burocratici e alla concorrenza congiunta delle multinazionali dall’alto e degli extracomunitari dal basso, porta all’esasperazione. Continua a leggere

«Natale di speranza e di martirio»

img-_antPrmPianoTpl2-_natale%20papa

Che differenza con l’intervista – come oggi sappiamo, ampiamente «rielaborata», o reinventata – di Eugenio Scalfari. Papa Francesco ha ricevuto a Santa Marta Andrea Tornielli, un giornalista cattolico, credente – se volete, cari lettori, uno dei nostri, uno della squadra storica della Bussola e del Timone – e gli ha trasmesso un messaggio di speranza e di chiarezza per il Natale.

I giornali di tutto il mondo dedicano i loro titoli a una frase dell’intervista – «Il Natale per me è speranza e tenerezza» – e certo la tenerezza di Dio annunciata dal Papa commuove. È l’«effetto Francesco», che riporta in chiesa tante persone lontane -, ma non si tratta affatto di espressioni generiche. Continua a leggere

Festival della Dottrina Sociale. «La cooperazione è la strada. L’ho imparato da mio padre»

Verona-il-guadagno-della-Dottrina-sociale_articleimage

Con un video messaggio il Papa ha raggiunto i partecipanti al terzo Festival della Dottrina Sociale della Chiesa in corso a Verona. Nel sottolineare la centralità e l’attualità della Dottrina Sociale, Bergoglio ha parlato di lavoro, giovani, anziani, dell’importanza della solidarietà, e del valore della cooperazione nell’economia, fornendo anche un curioso aneddoto personale.
 
Il testo integrale del messaggio

Saluto tutti i convenuti al terzo Festival della Dottrina Sociale della Chiesa che ha come tema “Meno disuguaglianze, più differenze”. In modo particolare, saluto il Vescovo, Sua Eccellenza Mons. Zenti, e Sua Eminenza il Cardinale Oscar Rodriguez Maradiaga che avvierà i lavori. Un saluto a tutti i presenti e un grazie a Don Vincenzi che da anni coordina il Festival. Continua a leggere

«La famiglia è il motore del mondo e della storia»

1374844_325350750939300_183655480_n

Il 25 ottobre 2013 Papa Francesco ha ricevuto in udienza i partecipanti alla Plenaria del Pontificio Consiglio per la Famiglia, di fronte ai quali ha svolto alcune considerazioni generali in preparazione alla Giornata della Famiglia che si terrà domenica 27 ottobre.

Il primo punto trattato dal Papa è che «la famiglia è una comunità di vita che ha una sua consistenza autonoma». Si tratta di un caposaldo della dottrina sociale della Chiesa, ricordato dal Pontefice con le parole del beato Giovanni Paolo II (1920-2005) nell’esortazione apostolica «Familiaris consortio»: «la famiglia non è la somma delle persone che la costituiscono, ma una comunità». «E una comunità – ha detto il Papa – è di più che la somma delle persone».
 
Di seguito il testo integrale del discorso: Continua a leggere