Educare all’amore vero (Papa Francesco)

9575_818691278236541_6040784076028980699_n

Papa Francesco, Amoris Laetitia:
 
“282. Un’educazione sessuale che custodisca un sano pudore ha un valore immenso, anche se oggi alcuni ritengono che sia una cosa di altri tempi. È una difesa naturale della persona che protegge la propria interiorità ed evita di trasformarsi in un puro oggetto. Senza il pudore, possiamo ridurre l’affetto e la sessualità a ossessioni che ci concentrano solo sulla genitalità, su morbosità che deformano la nostra capacità di amare e su diverse forme di violenza sessuale che ci portano ad essere trattati in modo inumano o a danneggiare gli altri.

283. Frequentemente l’educazione sessuale si concentra sull’invito a “proteggersi”, cercando un “sesso sicuro”. Queste espressioni trasmettono un atteggiamento negativo verso la naturale finalità procreativa della sessualità, come se un eventuale figlio fosse un nemico dal quale doversi proteggere. Così si promuove l’aggressività narcisistica invece dell’accoglienza. È irresponsabile ogni invito agli adolescenti a giocare con i loro corpi e i loro desideri, come se avessero la maturità, i valori, l’impegno reciproco e gli obiettivi propri del matrimonio. Continua a leggere

Germania: non manda figlia a lezione di educazione sessuale, genitore arrestato

vaccinazioni-kenia

(da Radio Vaticana, 13.11.14)
 
In Germania, in un piccolo comune della Renania Vestfalia, un genitore è stato arrestato perché si è rifiutato di mandare la propria figlia ad una lezione di educazione sessuale della scuola elementare. L’assurda vicenda è stata possibile in forza di una normativa approvata già da alcuni anni. E’ quanto sottolinea dalla città tedesca di Chemnitz, Andrea Rebeggiani, professore di lettere in pensione, da 27 anni in Germania. L’intervista è di Alessandro Gisotti:
 
R. – La notizia o il fatto non è nuovo, si è ripetuto. E’ già accaduto alcuni anni fa che altre famiglie di confessione battista hanno rifiutato che i loro figli frequentassero le lezioni di educazione sessuale e hanno preteso che su questa materia i figli fossero educati in casa. Per questo motivo sono stati denunciati, essendoci una legge non generale dello Stato, ma dei Länder, che vieta questo, vieta cioè la possibilità di istruire i figli a casa. Questa legge prevede multa o arresto per i genitori che si rifiutino di mandare i figli a scuola durante queste lezioni. Continua a leggere

La confessione di un’ex-abortista: «Tutto parte dall’educazione sessuale nelle scuole»

Carol Everett

L’educazione sessuale usata come grimaldello, per inculcare nelle nuove generazioni una cultura contraccettiva ed abortista: quel che sino ad ieri era un’evidenza comprovata dai fatti, ora diventa a maggior ragione un’esplicita ammissione di colpa da parte degli stessi, che fino ad ieri ordirono il vile tranello: Carol Everett, tra il 1977 ed il 1983, diresse una catena di quattro cliniche abortiste nel Texas, Stati Uniti. E’ responsabile di circa 35 mila aborti, una cifra impressionante.

Alcuni anni dopo si è pentita ed ha abbandonato il proprio redditizio incarico. Nel corso di un evento di beneficienza, promosso dopo la Marcia per la Vita di Ottawa, ha reso pubblica la sua testimonianza, subito raccolta e diffusa dalla sede canadese di LifeSiteNews. Continua a leggere

Le cattive proposte di educazione sessuale dell’OMS

untitled

Pubblicato, nei giorni scorsi, il documento dell’Organizzazione Mondiale della Sanità che propone l’introduzione di comportamenti sessuali ambigui nell’educazione dei bambini, anche di tenerissima età.

Roma, 29 Ottobre 2013 (Zenit.org) – Elisabetta Pittino

Da pochi giorni la sezione europea dell’Organizzazione Mondiale della Sanità ha rilasciato il documento Standard for Sexual Education in Europe finalizzato a fornire linee guida per l’educazione sessuale dei bambini a partire dalla prima infanzia. Continua a leggere

Come corrompere un bambino, e farla sembrare una cosa buona

educazione-sessuale_OMS_genitori-615x380

Si chiama Standard di Educazione Sessuale in Europa ed è una guida per i governi, sviluppata dall’ufficio europeo dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), in collaborazione con l’agenzia governativa tedesca per l’Educazione Sanitaria.

Il documento ha iniziato a essere diffuso presso i ministeri dell’Istruzione e della Salute d’Europa, ed è indistinguibile da un manuale di corruzione dei minori, ispirato però dai dogmi dell’ideologia di genere.

Delle specifiche competenze che la guida consiglia di trasmettere ai bambini dai 0 ai 16 anni, questi sono alcuni esempi citati testualmente nel documento: Continua a leggere

Justin Bieber nato dopo fallito aborto

La madre del noto cantante ed attore canadese Justin Bieber ha confessato, durante un talk-show, di aver tentato di abortirlo durante i primi mesi della sua gravidanza e che, quindi, l’idolo di tutte le teenagers americane è nato solo a causa del fallimento del tentato aborto.

Pattie Mallette l’ha dichiarato alla presentatrice Kathie Lee Gifford durante la sua trasmissione in onda su una delle più famose televisioni americane, la «NBC», giustificando il suo gesto anche con la fragilità del percorso esistenziale vissuto fin dall’infanzia. La Mallette, infatti, ha confessato di aver subito abusi sessuali fin dai quattro anni, e di essersi perciò sempre sentita in colpa per la sua situazione, cadendo nella depressione, l’alcolismo e la droga durante l’adolescenza. Continua a leggere