“La Tanzania ha bisogno di cibo, non di contraccettivi”

10245516_533245970126764_4974403496298391149_n

Il Population Research Institute denuncia che gli Stati Uniti investono in controllo demografico contro la volontà delle donne e trascurando i problemi reali

Roma, 15 Aprile 2014 (Zenit.org) – di Federico Cenci

Un Paese come la Tanzania è minacciato da molti problemi, ma la sovrappopolazione non è uno di questi. Lo rileva uno studio del Population Research Institute, il quale dimostra come l’Usaid (l’agenzia federale degli Stati Uniti responsabile per gli aiuti esteri) stia adottando una politica d’interventi nel Paese africano totalmente aliena dai problemi reali.

Il Population Research Institute denuncia che l’Usaid spende soltanto 20 centesimi sulla nutrizione per ogni dollaro speso sulla contraccezione, a fronte di un 16% di bambini sotto i cinque anni in Tanzania che è sottopeso. Continua a leggere

La fame e la sete

la-fame-e-la-sete

di Maria Elena Rosati     trentamenouno
 
“Antonio è immobile, accovacciato, con le gambe ritratte al petto; la bocca aperta, gli occhi sbarrati. Chiuso in un nodo indissolubile. Il suo respiro è bloccato, come trattenuto dalle mani che si incrociano sul petto, stringendo avidamente i lembi della pesante tunica nera che lo avvolge. […]

[…] Antonio è un giovane nel pieno degli anni, consumato nel corpo e nella mente da lunghe privazioni ma non per questo esente dai desideri della carne e del fisico. Ancora più temibili, dunque, le sue tentazioni in forma di donne procaci che stimolano il desiderio ed evocano l’appagamento dei sensi. Continua a leggere

E’ nella famiglia la chiave della pace

img-_innerArt-_papa-francesco_corpo%20diplom

di Massimo Introvigne

Il 13 gennaio 2014 Papa Francesco ha pronunciato il tradizionale discorso annuale che i Pontefici rivolgono al Corpo Diplomatico accreditato presso la Santa Sede. Appena eletto, Francesco aveva già convocato il Corpo Diplomatico per un incontro straordinario, il 22 marzo 2013, in cui fece propria l’espressione del «caro e venerato Benedetto XVI», «dittatura del relativismo», indicandola come radice della «povertà spirituale dei nostri giorni», la quale tocca anche coloro che sono materialmente ricchi e non è meno grave della povertà materiale.

Mentre nel precedente incontro, sulla scia dei colloqui con i diplomatici di Benedetto XVI, Papa Francesco aveva denunciato gli attentati, anche nell’Occidente relativista, alla libertà religiosa, il 13 gennaio ha scelto di concentrarsi sui temi della famiglia e della vita. Continua a leggere

Scola: «Un nuovo umanesimo per salvare il mondo»

scola

Nel discorso alla città per Sant’Ambrogio l’arcivescovo di Milano parla di Expo 2015: la fame, l’ecologia, la regolamentazione dei mercati finanziari

di ANDREA TORNIELLI

«Solo il riferimento all’uomo» permette di non «cadere in opposti estremismi nella considerazione dell’ambiente», evitando sia la logica «predatoria» nello sfruttamento delle risorse, sia la «sacralizzazione» dell’ambiente stesso che finisce per considerare gli esseri umani una minaccia per l’ecologia. E la grande «tragedia della fame» nel mondo non si risolve con la «tecnocrazia», con le radicali ricette dei super-esperti, ma soltanto riscoprendosi famiglia umana.

Sono alcuni degli spunti presenti nell’articolato discorso alla città pronunciato – com’è ormai tradizione – dall’arcivescovo di Milano alla vigilia della festa di Sant’Ambrogio. Continua a leggere

Matrimonio, nascita, morte naturale sono valori di destra? No, sono “valori irrinunciabili” per tutti

Si accusano come “di destra” i valori del matrimonio, della nascita, della morte naturale. Per la Chiesa questi sono “valori irrinunciabili” per lo sviluppo dei popoli. Aborto, sterilizzazione, controllo delle nascite, eutanasia, matrimoni gay hanno conseguenze nefaste per la soluzione dei problemi sociali.

Nelle elezioni americane del 6 novembre 2012, com’è noto, ha vinto Barack Obama e tutti auguriamo al Presidente USA di poter adempire il suo secondo mandato facendo scelte ispirate alla pace e allo sviluppo solidale del suo paese e dell’intera umanità. Continua a leggere

Perchè l’umanità possa essere veramente libera dalla fame

Il messaggio di Benedetto XVI a José Graziano da Silva, Direttore Generale della F.A.O. – Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura, in occasione dell’edizione 2012 della Giornata mondiale sul tema: “Le cooperative agricole nutrono il mondo“.

****

1. Quest’anno la Giornata Mondiale dell’Alimentazione si celebra mentre gli effetti della crisi economica colpiscono sempre più i bisogni primari, compreso il fondamentale diritto di ogni persona ad una nutrizione sufficiente e sana, aggravando specialmente la situazione di quanti vivono in condizioni di povertà e sottosviluppo. Continua a leggere