Le famiglie italiane pagano per tutti

(da Avvenire, 27.05.16)
 
Paradossale ma vero: nel 2015, nonostante una generale flessione della pressione fiscale, per le famiglie italiane il carico è addirittura aumentato. Questo il dato più significativo che emerge dal rapporto “Reddito, consumi e carico fiscale delle famiglie”, presentato oggi a Roma dalla Fondazione nazionale dei commercialisti e dal Forum delle associazioni familiari. Entrambe le organizzazioni hanno firmato un protocollo di intesa volto ad analizzare e a trovare possibili soluzioni per la crescente difficoltà economica.

Dallo studio emerge un significativo peggioramento della condizione economica delle famiglie come conseguenza della crisi: il numero dei nuclei familiari in condizioni di povertà assoluta tra il 2011 e il 2014 è aumentato del 36%, mentre la spesa media mensile è scesa del 6%. In calo anche il reddito lordo disponibile: -8,8% rispetto al 2008 a fronte di un amumento del carico fiscale (+0,3% rispetto al 2014). Continua a leggere

“Lo Stato rinuncia alla famiglia come capitale sociale”

img.5

Francesco Belletti, presidente del Forum delle associazioni familiari: “È come se il legislatore dicesse: fare famiglia è un ‘affare privato’, quindi nel bene e nel male, cari cittadini dovete arrangiarvi. Non aspettatevi niente dall’intervento pubblico”. E ancora: “Lentamente ma inesorabilmente si vanno togliendo i sostegni a una idea forte di matrimonio come valore costituzionale”.

di Luigi Crimella

La Camera dei Deputati ha approvato ieri in via definitiva la legge sul cosiddetto “divorzio breve”. I sì sono stati 398, i no 28, gli astenuti 6. Rispetto alle norme in vigore precedentemente, i tempi del divorzio vengono ristretti: 12 mesi per la separazione giudiziale, 6 mesi per quella consensuale, con l’estensione delle nuove norme anche ai procedimenti in corso. L’istituto giuridico della comunione dei beni viene sciolto quando il giudice dà il proprio consenso ai coniugi per vivere separati, oppure quando gli stessi decidono di sottoscrivere la separazione consensuale. Di fatto, con questa legge, cambia il diritto di famiglia che tutti conosciamo. Ecco l’opinione di Francesco Belletti, presidente del Forum delle associazioni familiari. Continua a leggere

La Tasi costa più dell’Imu. Ed a pagare sono ancora le famiglie con figli

logo

Pubblichiamo un comunicato del Forum delle associazioni familiari a proposito dell’acconto della Tasi che quindici milioni di famiglie pagheranno il 16 ottobre. L’imposizione fiscale continua ad aumentare in un momento in cui «la gente è (già) stremata» da un «fisco predatorio», come ha detto recentemente il card. Angelo Bagnasco.

***

Siamo a quattro giorni dal 16 ottobre, data fatidica per il pagamento dell’acconto della Tasi nei 5.279 Comuni che hanno rese note entro il 18 settembre le aliquote. «Saranno 15 milioni le famiglie chiamate a pagare in media 191 euro ma con punte che raggiungono anche i 492. È dunque l’ennesima spremitura dei contribuenti» commenta Francesco Belletti, presidente del Forum. Continua a leggere

Divorzio breve, sì della Camera

camera

381 voti favorevoli, 30 contrari, 14 astenuti. La proposta di legge riduce i tempi dello scioglimento del matrimonio a 12 mesi in caso di contenzioso e a 6 mesi per cause consensuali.

Di seguito il comunicato del Forum delle Associazioni familiari.
 
“Nessuno si domanda come sostenere le coppie ed i figli in questo difficile passaggio”

A sorpresa e nel più totale silenzio, l’Ufficio di Presidenza della Camera ha accelerato sul taglio dei tempi del divorzio. «All’insegna del tutto e subito si vuole cancellare di fatto i tempi di riflessione destinati al tentativo di salvare la famiglia e non si prevedono norme a tutela delle parti più deboli (uno dei coniugi e soprattutto i figli) o forme di assistenza alle famiglie in crisi» commenta Francesco Belletti, presidente del Forum. Continua a leggere

“Uno scandalo tutto italiano, penalizzato chi fa figli”

famiglia

Le famiglie italiane sono in difficoltà, tirano la cinghia e riducono drasticamente i consumi, persino quelli alimentari. Questa la situazione evidenziata dagli ultimi dati Istat e definita “scandalosa” dal presidente del Forum delle Associazioni Familiari, Francesco Belletti, per il quale tale realtà deriva dal nefasto effetto congiunto di più concause nelll’ultimo biennio di esasperazione della crisi. Si sono cioè sommati minori redditi, minori possibilità lavorative e arretramento dei servizi. La scarsa progettualità sul lavoro ha determinato più precariato, più disoccupazione giovanile e maggior incertezza lavorativa per gli adulti. L’arretramento dei servizi, cioè del sostegno pubblico alla vita quotidiana delle famiglie, ha prodotto invece un aumento dei ticket e più spese per gli asili nido e altri servizi. Continua a leggere

Tra ostentazione e pudore

logo

Riflessione del presidente del Forum delle Associazioni Familiari, Francesco Belletti:
 
In aeroporto, stamattina le hostess Alitalia chiamano il volo, e all’altoparlante, con la velocità tipica dell’abitudine, ricordano come al solito che “Imbarchiamo per primi i soci “Club FrecciaAlata”, Ulisse, ecc., e le famiglie con bambini”. Mi ha sempre colpito la segnalazione di questa attenzione alle “famiglie con bambini”, in questo Paese che così poco fa per le nuove generazioni.
Mi incammino, e vedo davanti a me una mamma con due bambini di circa 10 anni, diligentemente in coda, dietro a tanti uomini in giacca e cravatta e donne in tailleur. Le dico: “Signora, vada davanti, c’è la priorità famiglie con bambini”. Lei mi guarda sorridendo, e dice: “lo so, ma non vorrei disturbare!”. Continua a leggere

Giornata universale dell’Infanzia

PER EDUCARE UN FANCIULLO OCCORRE UN INTERO VILLAGGIO

Messaggio del presidente del Forum delle Associazioni familiari, Francesco Belletti, in occasione della Giornata universale dell’infanzia, anniversario della Convenzione sui diritti dell’infanzia.
 
Per il Forum delle associazioni familiari la Giornata universale dei diritti dell’infanzia, anniversario dell’omonima Convenzione, è sempre un appuntamento importante, ma quest’anno assume una coloritura particolare. Continua a leggere