La riconoscenza è prima di tutto uno stupore

fiume 
“Non vediamo il bene che Iddio ci fa, perché Iddio non cessa mai di farci del bene. Niente, quanto un bene continuo, colpisce meno la coscienza. Non si è riconoscenti all’acqua di scorrere senza posa, né al sole di levarsi ogni mattino. Se Iddio non si occupasse di noi che di tanto in tanto, noi penseremmo di più alla Sua bontà. La riconoscenza è prima di tutto uno stupore”.

(Gustave Thibon, La scala di Giacobbe, AVE, Roma 1947, p. 32)

fonte: Ritorno al reale