Bastasse il consenso…

IMG_1272

Articolo di una lucidità disarmante. Da leggere…
 
***
 
di Paolo Pugni

(da LaCroce quotidiano, 18 marzo 2015)
 
I falsi miti del progresso hanno bisogno di idoli che costituiscano al contempo fondamento sul quale poggiare e feticcio da sbandierare come promessa di felicità.
Tra questi forse il più evocato è il concetto di consenso, ormai elevato a metro etico (una sorta di eticometro sociale). Se c’è il consenso tutto è giusto, tutto è buono, tutto è ragionevole.
Peccato che questa presunzione non funziona, non solo in sé -intendo dire con questo che il consenso non può essere elevato a elemento dirimente, a sommo giudice- ma anche nell’ideologia che ne sta facendo una bandiera. Continua a leggere

Zichichi a Veronesi: Il cancro è questione di cellule. Ma l’universo è la prova di Dio

1416297023-higgs

Auschwitz e cancro sono tragiche realtà, ma dietro a stelle e galassie c’è una logica. E quindi un autore

di Antonino Zichichi

(da Il Giornale)
 
«Dopo Auschwitz, il cancro è la prova che Dio non esiste?». Lo sostiene Umberto Veronesi nel suo ultimo libro «Il mestiere di uomo». Ma ora a rispondergli è Antonino Zichichi, fisico e presidente Wfs (World federation of scientists).

L’oncologo così racconta il suo progressivo allontanamento: «Non saprei dire qual è stato il mio primo giorno senza Dio. Sicuramente dopo l’esperienza della guerra non misi mai più piede in una chiesa, ma il tramonto della fede era iniziato molto prima (…)». Continua a leggere