Miracolo a Hiroshima e Nagasaki

Bomba - Fatima - IL SANTO ROSARIO E LA BOMBA ATOMICA  L’esplosione delle due bombe nucleari su Hiroshima e Nagasaki, il 6 ed il 9 agosto del 1945, vide rase al suolo la stragrande maggioranza delle abitazioni tranne pochi edifici.

A Hiroshima la piccola comunità di 8 gesuiti, situata in una canonica distante solo 8 isolati dallo scoppio della bomba, rimase miracolosamente illesa insieme alla casa, mentre non scampò alcuna persona nel raggio di un chilometro e mezzo dal centro dell’esplosione.

Per un giorno intero i quattro gesuiti furono avvolti in una specie di inferno di fuoco, di fumo e di radiazioni. Nessuno dei quattro Padri fu contaminato dalle radiazioni atomiche, e la loro casa era rimasta ancora in piedi, mentre tutte le altre case intorno furono distrutte e ridotte ad un cumulo di macerie incenerite. Nessuno dei duecento medici americani e giapponesi, seppero mai spiegare come mai, dopo 33 anni dallo scoppio dell’atomica, nessuno degli 8 Padri aveva mai sofferto o aveva riportato conseguenze da quella esplosione atomica e continuavano a vivere in ottima salute. Continua a leggere

Papa Francesco: “Permesso, grazie e scusa”, le tre parole per la pace in famiglia

VT-IT-ART-41048-papa_udienza_palloncino_afp

Papa Francesco nell’Udienza Generale di oggi, 13 maggio 2015, ha continuato le sue catechesi sulla famiglia riprendendo tre “mattoncini” che sono alla base di ogni rapporto matrimoniale: le parole permesso, grazie, scusa. È su queste semplici parole che difficilmente trovano applicazione nella vita quotidiana che andrebbe costruita e custodita la casa comune di una famiglia. Attenzione però ad associarle ad un formalismo vuoto, di buone maniere, fine a se stesso: se vissute correttamente, esse rappresentano uno stile di buoni rapporti radicato nell’amore del bene e nel rispetto dell’altro. Come ha detto il Santo Padre: “La famiglia vive di questa finezza del voler bene”.
 
Queste le parole di Papa Francesco:
 
“Cari fratelli e sorelle, buongiorno!

La catechesi di oggi è come la porta d’ingresso di una serie di riflessioni sulla vita della famiglia, la sua vita reale, con i suoi tempi e i suoi avvenimenti. Su questa porta d’ingresso sono scritte tre parole, che ho già utilizzato in piazza diverse volte e queste parole sono: “permesso?”, “grazie”, “scusa”. Infatti queste parole aprono la strada per vivere bene nella famiglia, per vivere in pace. Sono parole semplici, ma non così semplici da mettere in pratica! Racchiudono una grande forza: la forza di custodire la casa, anche attraverso mille difficoltà e prove; invece la loro mancanza, a poco a poco apre delle crepe che possono farla persino crollare. Continua a leggere

Papa Francesco: Affidate alla Madonna di Fatima tutto ciò che siete, tutto ciò che avete!

AVVENIFOTO_46240930_300 
Oggi la Chiesa celebra la memoria liturgica della Beata Vergine Maria di Fatima. Papa Francesco lo ha ricordato all’Udienza Generale invitando tutti i fedeli “a moltiplicare i gesti quotidiani di venerazione e imitazione della Madre di Dio”. “Affidatele tutto ciò che siete – ha detto il Papa – tutto ciò che avete, e così riuscirete ad essere uno strumento della misericordia e della tenerezza di Dio per i vostri familiari, i vostri vicini e amici”. In particolare poi ai giovani ha raccomandato “la recita quotidiana del Rosario”, agli ammalati di “sentite Maria presente nell’ora della croce” e agli sposi novelli di pregarla perché non manchi mai nella loro casa “l’amore e il rispetto reciproco”.
 
(fonte: papaboys.org)
 

Qui il testo integrale dell’Udienza Generale di oggi, 13/05/2015

Consacrazione al Cuore Immacolato di Maria

02 

O Vergine Santa, Madre di Gesù e Madre nostra, che sei apparsa a Fatima ai tre pastorelli per recare al mondo un messaggio di pace e di salvezza, io mi impegno ad accogliere questo tuo messaggio.

Mi consacro oggi al tuo Cuore Immacolato, per appartenere così più perfettamente a Gesù. Aiutami a vivere fedelmente la mia consacrazione con una vita tutta spesa nell’amore di Dio e dei fratelli, sull’esempio della tua vita.

Continua a leggere

L’«affidamento» di Francesco alla Madonna di Fatima

1383954_380144238784027_1354787377_n

Domani pomeriggio la statua conservata nel santuario portoghese arriva in piazza San Pietro: ad accoglierla ci sarà il Papa

ANDREA TORNIELLI

In piazza San Pietro, domenica prossima Papa Francesco compirà un «atto di affidamento» a Maria davanti alla statua della Madonna di Fatima. L’atto di affidamento è inserito nelle celebrazioni per l’Anno della Fede, e riprende altri analoghi già compiuti dai Pontefici.

La statua originale della Madonna di Fatima, che porta incastonata sulla corona uno dei proiettili sparati contro Giovanni Paolo II nell’attentato del 13 maggio 1981, arriverà in piazza San Pietro il pomeriggio di sabato 12 ottobre, e Francesco sarà lì ad accoglierla. Continua a leggere

Torna attuale il messaggio di Fatima

img-_innerArt-_PapaMadonnadiFatima

di Riccardo Cascioli
 
Quando il papa si è affacciato ieri a mezzogiorno per la tradizionale preghiera dell’Angelus si è capito subito che c’era qualcosa di nuovo e di grave.
L’espressione era insolitamente seria, addirittura sofferente. Poi quando ha cominciato a parlare è apparso evidente che si trattava di un Angelus speciale: via il tradizionale commento al Vangelo domenicale, il Papa si è subito fatto «interprete del grido che sale da ogni parte della terra, da ogni popolo, dal cuore di ognuno, dall’unica grande famiglia che è l’umanità, con angoscia crescente: è il grido della pace».

Le parole che poi sono seguite indicano anzitutto che il conflitto in Siria non è una guerra come tutte le altre, o meglio, lo è ma nel modo più radicale. Ogni guerra è violenza, distruzione, causa infinita di sofferenze, rabbia, odio, sorgente di nuova violenza. In Siria c’è tutto questo, ma a un livello tale che tutto il mondo ne può restare coinvolto. Continua a leggere

Il Papa consacrerà il mondo al Cuore Immacolato di Maria, ai piedi della Madonna di Fatima

601901_542976562419450_391230139_n

La Statua originale della Vergine verrà trasportata a Roma, per un desiderio del Santo Padre, il 13 ottobre, in occasione della Giornata mariana promossa dal Dicastero per la nuova Evangelizzazione.

Citta’ del Vaticano, 13 Agosto 2013 (Zenit.org)

Il 13 ottobre, Papa Francesco consacrerà il mondo al Cuore Immacolato di Maria, ai piedi della Statua della Madonna di Fatima. In risposta al desiderio del Santo Padre – si legge sul sito ufficiale del Santuario – l’Immagine di Nostra Signora del Rosario di Fatima, che si venera nella Cappellina delle Apparizioni, sarà a Roma il 12 e 13 ottobre in occasione della Giornata mariana promossa dal Pontificio Consiglio per la Promozione della nuova Evangelizzazione. Continua a leggere