Francesco e quella preghiera davanti alla Vergine meticcia

Papa Bergoglio, il primo vescovo di Roma nato in America Latina, può finalmente guardare e lasciarsi guardare dalla Madonna di Guadalupe che è all’origine dell’identità dei popoli latinoamericani, Madre «degli sfollati e degli emarginati». Prega da solo, in silenzio, nel Camarin, dove è riposta l’immagine della Patrona delle Americhe. Nell’omelia in Basilica dice: tutti sono necessari, «soprattutto coloro che non sono “all’altezza delle circostanze” o non “apportano il capitale necessario” per la costruzione delle stesse»

di ANDREA TORNIELLI

«Non sono forse tua madre? Non sono qui? Non lasciarti vincere dai tuoi dolori, dalle tue tristezze…». Papa Francesco, il primo vescovo di Roma nato in America Latina, può finalmente guardare negli occhi, da vicino, la Madonna di Guadalupe, l’immagine della Vergine meticcia che è all’origine dell’identità dei popoli latinoamericani. Continua a leggere

Festa della Madonna di Guadalupe. Il Papa: “America rispetti la vita umana in tutte le sue fasi”

277-0-47324_dv1591893

All’udienza generale, Papa Francesco, parlando in spagnolo, ha ricordato la festa della Madonna di Guadalupe, Patrona di tutta l’America, che si celebra il 12 dicembre. Un’occasione per rivolgere il suo saluto a tutti gli abitanti del continente.

Quando la Madonna apparve all’indio Juan Diego, nel 1531, sulla collina di Tepeyac, il suo volto era quello di una donna meticcia e i suoi vestiti erano pieni di segni della cultura indigena. “Come Gesù – ha osservato il Papa – Maria è vicina ai suoi figli, come una madre affettuosa che accompagna il suo cammino, condivide le gioie e le speranze, le sofferenze e le angustie degli uomini di Dio, che sono chiamati a far parte di tutti i popoli della terra”. Continua a leggere