Scacco matto

In un agile quaderno intitolato Fatima, l’Inferno e il Cuore Immacolato (casa Mariana Editrice, 2001) Padre Stefano M. Manelli, fondatore, con Padre Gabriele M. Pellettieri, dei Frati Francescani dell’Immaolata, spiega che la negazione delal esistenza dell’inferno, o la presunazione che, se pur essietsse, sia almeno da ritenersi vuoto, costituisce un triplice “scacco matto”: sacco matto all’onestà, in rapporto alla disonestà, perchè a questa toccherebbe la stessa premiazione dell’onestà; scacco matto ad ogni virtù, perchè la stessa ricompensa della virtù spetterebbe anche ad ogni vizio; scacco matto alla giustizia rispetto all’ingiustizia, perchè questa sarà equiparata, nel merito, alla giustizia. Se le cose stessero così, afferma Padre Manelli, si arriverebbe alla fusione e identificazione fra Dio e satana, fra Verità e errore, fra Bene e male, fra Grazia e peccato. Ma questa è la nota dottrina dell’unione degli opposti, una delle principali idee dell‘alchimia esoterica, “disciplina arcana” che, con altre forme di “gnosi” esoteriche forma il “deposito spirituale” della Massoneria moderna.

[Fonte: Il Timone n. 117]

La fede insegnata ai figli

Tra qualche settimana inizia l’”Anno della fede”, proclamato da Benedetto XVI per rinvigorire la fede in particolare nel nostro Occidente. Tra le mie scorribande nella solita libreria milanese dell’outlet dei libri, ne ho trovato due ottimi che potrebbero essere molto utili per gli evangelizzatori in questo anno forte della Chiesa Cattolica. Il primo è di padre Livio Fanzaga, La fede insegnata ai figli, edito da Sugarco Edizioni e il secondo Perché credo di monsignor Girolamo Grillo, edito da Marietti 1820.

Nella presentazione del suo libro il direttore di Radio Maria scrive: “Cari genitori, questo libro è stato scritto per voi, con la speranza di potervi offrire un piccolo aiuto nell’educazione religiosa dei vostri figli”. Continua a leggere