Giornata per la Vita: l’Angelus del Papa

Schermata-2015-02-01-alle-12.15.01-copia

Il Papa ancora una volta non ha deluso il Popolo della vita che era in attesa in piazza San Pietro pronti a lanciare centinaia di palloncini verdi del Movimento per la vita. Dopo la catechesi sul brano evangelico della liturgia odierna ha detto:

“Oggi si celebra in Italia la giornata per la vita, che ha come tema ’Solidali per la vita’. Rivolgo il mio apprezzamento alle associazioni, ai movimenti e a tutti coloro che difendono la vita umana. Mi unisco ai vescovi italiani per sollecitare ’un rinnovato riconoscimento della persona umana e una cura piu’ adeguata della vita, dal concepimento al suo naturale termine’. Quando ci si apre alla vita e si serve la vita, si sperimenta la forza rivoluzionaria dell’amore e della tenerezza, inaugurando il nuovo umanesimo, l’umanesimo della solidarieta’, l’umanesimo della vita”.

“Saluto – ha detto ancora il Papa – il cardinale vicario, i docenti universitari di Roma e quanti sono impegnati a promuovere la cultura della vita”.
 
(fonte: siallavitaweb.it)
 

75.mo morte Pio XI. Gavazzi: contrastò i totalitarismi per difendere la persona umana

1_0_771416

Il 10 febbraio 1939 moriva Pio XI, al secolo Achille Ratti. Eletto Pontefice nel 1922, Papa Ratti guidò la Chiesa universale per 17 anni, in un periodo storico difficile. Tre gli aspetti significativi del suo Pontificato: la firma dei Patti Lateranensi con lo Stato italiano, nel 1929; la creazione della Radio Vaticana, nel 1931, e la condanna esplicita dei totalitarismi. Per una riflessione su Pio XI a 75 anni dalla sua morte, Isabella Piro ha intervistato Agostino Gavazzi, presidente del Centro Internazionale di Studi e Documentazione “Pio XI”, con sede a Desio, città natale del Pontefice:

R. – Un primo aspetto che metterei in luce è la grande attualità di questo Pontefice: una attualità che possiamo rilevare nel Concordato che, voluto fortemente da Pio XI e realizzato nel 1929, ancora oggi è attuale, anche dopo le revisioni di Craxi e del cardinale Nicora nel 1984. Alcune biografie di Pio XI ricordano che, quando era studente in seminario, pare avesse detto ai suoi amici: “Se io un giorno diventassi Papa, vorrei fare la pace con lo Stato italiano con un Concordato”. Continua a leggere

“Il corpo è necessario per entrare in rapporto”

everybody

di Michele Brambilla
 
Il corpo umano è, in un modo o nell’altro, al centro del dibattito culturale di questi tempi. L’arcivescovo di Milano, card. Angelo Scola, il quale ha dedicato l’intero oratorio estivo alla riflessione sulla corporeità, dando una forte interpretazione del tema (“Everybody. Ciascuno di noi è una cosa bellissima, perché ciascuno di noi è unico”), non si sottrae al dibattito ai più alti livelli, tuttavia la sua modalità comunicativa preferita è il contatto diretto col popolo ambrosiano nelle sue oltre mille parrocchie. Visitando gli oratori di Carnago, Rovate e Cornaredo, l’arcivescovo ripercorre le sensazioni dell’infanzia, ma prosegue anche la catechesi sul corpo. Un corpo umano santificato dall’Incarnazione del Verbo di Dio: Continua a leggere