Preghiere per le anime del Purgatorio

14 - 1

Che cosa sanno di noi le anime del Purgatorio?

Le anime sanno di noi e di quello che ci capita molto più di quello che noi crediamo. Sanno, per esempio, chi prende parte alla loro sepoltu­ra, se si prega o se si va semplicemente per fare atto di presenza, senza dire una preghiera, cosa che succede sovente. Esse sanno se si va via dopo l’offertorio, senza assistere alla Messa che sarebbe di gran profitto per loro. Se si assistesse con devozione alla funzione, invece di accompagnare solamente il corpo al cimitero, si aiuterebbero maggiormente i defun­ti, poiché, altrimenti, si va solo per essere visti, ciò che è di minimo profitto per loro. Le anime sanno anche tutto ciò che si dice di loro, ciò che si fa per loro; esse sono molto più vicine a noi di quello che crediamo, esse sono vicinissime. Continua a leggere

Riconosco che tutto da Te viene – Don Giussani

01499_30051998

Di seguito riporto due bellissime preghiere di don Luigi Giussani, gentilmente inviatemi da una cara amica del blog, Carla, che ringrazio di cuore.
 
***
 
Preghiera per quando si è tristi e stanchi

Le due Grazie che il Signore dona sono: la tristezza e la stanchezza.
La tristezza perché obbliga alla memoria.
La stanchezza perché mi obbliga alle ragioni per cui faccio le cose. Continua a leggere

Consultori pro life e preghiere: così calano gli aborti

img-_antArt-_za1

di Andrea Zambrano 
 
I volontari dell’associazione Giovanni XXIII ne sono convinti: la preghiera funziona. A dirlo questa volta sono i numeri che certificano come l’attività antiaborto praticata davanti agli ospedali inizi a dare i frutti sperati e a invertire la tendenza. Nei giorni scorsi la realtà fondata da don Oreste Benzi ha presentato i dati del Sostegno alle maternità difficili nel 2014 fornendo un quadro su base nazionale e su base regionale, in Emilia Romagna, regione dove è nata e dove si sono sviluppati per primi i rosari sotto le finestre dei reparti di ginecologia degli ospedali pubblici dove si praticano gli aborti.

I dati statistici dicono che in due casi su tre vince la vita. Merito delle preghiere certo, che spessoa Modena, Bologna e Rimini sono state osteggiate dalla politica e da associazioni di stampo laicista. Ma merito anche dell’attività di consultorio pro life che quando è lasciata libera di agire, dà i suoi frutti. Continua a leggere

Consacrazione al Cuore Immacolato di Maria

02 

O Vergine Santa, Madre di Gesù e Madre nostra, che sei apparsa a Fatima ai tre pastorelli per recare al mondo un messaggio di pace e di salvezza, io mi impegno ad accogliere questo tuo messaggio.

Mi consacro oggi al tuo Cuore Immacolato, per appartenere così più perfettamente a Gesù. Aiutami a vivere fedelmente la mia consacrazione con una vita tutta spesa nell’amore di Dio e dei fratelli, sull’esempio della tua vita.

Continua a leggere

Storia di una donna sopravvissuta perché “Dio ha ascoltato le preghiere”

1604896_783851201652832_8075903809597805914_n

Durante il parto, il suo cuore smette di battere. I familiari iniziano a pregare incessantemente e, proprio quando i medici stanno per interrompere le procedure salvavita, avviene il ‘miracolo’

Una vera e propria esperienza di morte e di rinascita, è quella che ha vissuto Ruby Graupera-Cassimiro. Lo scorso 23 settembre la donna si trovava per il parto in un ospedale a Boca Raton, località della Florida. Tutto sembrava procedere per il meglio, quando all’improvviso, dopo un cesareo ordinario, il cuore della quarantenne ha smesso di battere. Dopo 45 lunghi minuti di disperati tentativi di rianimarla, i medici hanno quindi deciso di uscire dalla sala operatoria e avvisare i suoi parenti che non ci sarebbe stato più nulla da fare. Continua a leggere

Preghiere per la Siria

siria-guerra-aleppo1

Pubblichiamo una lettera che quattro suore trappiste hanno inviato al sito oraprosiria. Le quattro religiose vivono in monastero cistercense appollaiato su una collina in un villaggio maronita al confine col Libano, fra Homs e Tartous.
 
Oggi non abbiamo parole, se non quelle dei salmi che la preghiera liturgica ci mette sulle labbra in questi giorni: «Minaccia la belva dei canneti, il branco dei tori con i vitelli dei popoli… o Dio disperdi i popoli che amano la guerra…». «Il Signore dal cielo ha guardato la terra, per ascoltare il gemito del prigioniero, per liberare i condannati a morte»… «ascolta o Dio la voce del mio lamento, dal terrore del nemico preserva la mia vita; proteggimi dalla congiura degli empi, dal tumulto dei malvagi.  Continua a leggere