Francesco e Kirill: “La famiglia si fonda sul matrimonio tra un uomo e una donna”

2016-02-13_002212 

Il 12 febbraio Cuba è stata testimone di un avvenimento atteso da mille anni: il primo incontro fra il capo della Chiesa di Roma e quello della Chiesa ortodossa russa, accompagnato dalla firma di una importante dichiarazione congiunta. Tale documento, se da un lato riconosce che permangono ancora “ostacoli” alla piena unità tra le due Chiese, dall’altro richiama “l’immutabilità dei principi morali cristiani” basati sul rispetto della dignità della persona “secondo il disegno del Creatore”. Emergono in particolare: la difesa della famiglia naturale e l’inviolabilità della vita umana dal concepimento alla morte naturale. Parole a cui i media non hanno dato risonanza, ma che a Cuba sono risuonate forti e chiare.  Continua a leggere

La divisione nel centrodestra è anche morale

safe_image

di Riccardo Cascioli

La situazione politica italiana sta vivendo un rimescolamento senza precedenti, al punto che sembra impossibile neanche prevedere come potrà presentarsi il quadro politico fra due-tre mesi. Dopo la scissione del Pdl e quella di Scelta Civica – come scriveva ieri il nostro Ruben Razzante – potrebbe toccare ora al Pd, le cui primarie se appaiono scontate per il nome del vincitore potrebbero però generare importanti abbandoni. E’ un sommovimento che non lascerà indenne il governo che già in questi giorni dovrà far fronte alle ormai scontate dimissioni del ministro della Giustizia Anna Maria Cancellieri, travolta dal caso Ligresti e dalle intercettazioni ormai di pubblico dominio.

Indubbiamente però per le cose che ci stanno a cuore la vicenda del Pdl è quella che interessa maggiormente. Continua a leggere

Il criterio fondamentale

5353_10151553027822113_154204453_n

HANNO SCRITTO, HANNO DETTO – Il Timone n.105 luglio-agosto 2011
 
«Quanto alla politica, affermare che il criterio fondamentale poggia sui principi non negoziabili (vita, famiglia, libertà di educazione) significa affermare un giudizio che viene prima di ogni simpatia o antipatia, prima di ogni scelta di schieramento. Lo schieramento o il candidato si sceglie dopo, in base a questo criterio di giudizio».

«Esso nasce dalla certezza, verificata nella storia, che senza quel fondamento “la società verrà organizzata contro l’uomo”, per riprendere l’affermazione di De Lubac.» Continua a leggere

Allarme cattolici “negoziabili”

img-_antPrmPianoTpl1-_UrnaElettoraleTesto_0

di Tommaso Scandroglio

Credo che a pochi sia sfuggito il fatto che un giorno sì e l’altro pure il Papa parli dei famosi principi non negoziabili. Anche l’ultima prolusione di Bagnasco andava in questa direzione. Ciò accade non per pochezza di idee della Chiesa universale e di quella italiana, ma perché il Vicario di Cristo e alcuni pastori illuminati riconoscono che questi valori sono la scialuppa di salvataggio per noi tutti dopo che la nave della modernità si è scontrata con l’iceberg dell’ateismo pratico, del relativismo, del soggettivismo e del nichilismo. Insomma scegliete voi l’-ismo che più vi convince. Continua a leggere

Magistrale prolusione di Bagnasco

bagnasco-cei-prolusione

di Assuntina Morresi

La splendida prolusione del Card. Bagnasco al Consiglio Permanente della Cei iniziato ieri rimarrà, a mio parere, uno degli interventi più significativi della sua Presidenza. Un testo da leggere, rileggere e meditare in tutti i suoi tantissimi spunti e suggestioni, nelle riflessioni che propone e nella strada che indica da percorrere. Nella confusione cupa che il nostro paese sta attraversando si percepisce nettamente la certezza delle fede cristiana nelle parole del Cardinale, insieme alla lucidità di un giudizio di cui è evidente l’origine. Continua a leggere

Il Corrierone e la rana cattolica

img-_innerArt-_Battista-Pierluigi

di Mario Palmaro

Ci sono articoli che rivelano un mondo. Il pezzo scritto da Pierluigi Battista sul Corriere della Sera del 18 gennaio dovrebbe essere letto e meditato nei sacri palazzi, nelle curie, nelle parrocchie e nelle case dei cattolici. Perché in quell’articolo il mite Battista ha riassunto in modo esemplare la ricetta con la quale il mondo sta cucinando a fuoco lento i cattolici.
Un piccolo capolavoro, lucidissimo, che descrive la nostra fine. Una fine del tutto simile all’apologo della rana e dell’acqua bollente: se tu getti il proverbiale rospo in una pentola caldissima, lui salta subito fuori; ma se ce lo metti e poi accendi il fuoco lento, la poveretta si farà bollire senza battere ciglio. Continua a leggere

Ecco l’«Agenda Ratzinger»

img-_antPrmPianoTpl1-_BenedettoXVICorpodiplomatico

di Massimo Introvigne

Come ogni anno, il 7 gennaio Benedetto XVI ha incontrato i rappresentanti del Corpo diplomatico accreditato presso la Santa Sede, e ha loro rivolto un denso discorso relativo ai grandi temi della politica internazionale. Interessante notare come i titoli delle agenzie di stampa abbiano dato rilievo quasi solo agli accenni alla crisi economica – che non sono mancati -, mentre il Papa ha presentato tutti i grandi temi della dottrina sociale della Chiesa, nell’ordine di priorità che è tipico del suo Magistero. Continua a leggere

Il Cattolico in Politica

cattolico_in_politica2

Il punto di vista dell’arcivescovo Crepaldi sui principi non negoziabili fa pensare e discutere

di Stefano Fontana

ROMA, Monday, 31 December 2012 (Zenit.org).

Esce la seconda edizione di un libro fortunato, che ha avuto una notevole accoglienza e ha suscitato vive discussioni: “Il Cattolico in Politica” . Questa nuova edizione (Cantagalli, Siena 2012) contiene un’ampia Introduzione e due Appendici, tra cui il corposo articolo sui principi non negoziabili pubblicato da mons. Giampaolo Crepaldi su “Il Foglio” del luglio 2011.
L’Introduzione è da considerarsi un vero e proprio saggio dedicato proprio ai principi non negoziabili. Continua a leggere

Il Manifesto di Alleanza Cattolica e i principi non negoziabili (precisazioni)

alleanza-cattolica-400x111

di Massimo Introvigne

Vedo molte critiche di persone bene intenzionate e vicine a chi, anche tra i nostri amici di Alleanza Cattolica impegnati in politica, ha scelto Monti (altri hanno scelto Berlusconi, il che dimostra ancora una volta che Alleanza Cattolica, associazione ecclesiale, non è legata ad alcun partito o schieramento). Mi sembra che nessuno schieramento sia esplicitamente favorevole ai principi non negoziabili (parlo degli schieramenti principali, che hanno possibilità di successo, e trascuro esperimenti nobili ma che sono condannati dalla legge elettorale alla mera dispersione del voto). Continua a leggere

Famiglia e crisi economica: Il “Vecchio Continente” diventa sempre più il Continente vecchio

Torno sull’argomento famiglia e crisi economica, in quanto è un argomento su cui ho ricevuto diverse richieste di approfondimenti, approfittando anche della recente uscita del “The 2012 Ageing Report” cioè il rapporto dell’Unione Europea sull’invecchiamento della popolazione. Continua a leggere…