Con Renzi un’altra spinta statalista

Pubblica amministrazione

 di Robi Ronza
 
C’è un’enorme e preoccupante contraddizione tra i lodevoli obiettivi di fondo dell’ambizioso progetto politico di Matteo Renzi e i mezzi che sta usando per raggiungerli. Già lo si era potuto bene cogliere nei giorni scorsi leggendo la documentazione già disponibile riguardo al suo progetto di riforma generale della pubblica amministrazione. E tanto più lo si è visto sabato ascoltando il suo discorso all’Assemblea nazionale del Partito democratico.

In modo chiaro e diretto l’uomo promette di impegnarsi sinceramentein un programma di rinnovo complessivo della vita pubblica del nostro Paese fondato sulla liberazione di energie civili e sociali cui un vecchio ordine costituito ormai sclerotico impedisce di emergere. E avvalendosi di uno stile oratorio molto efficace lo fa in un modo libero e informale che conquista il pubblico. Quando però – al di là del simpatico turbine di coriandoli e stelle filanti che Renzi non smette mai di far roteare attorno a sé – si vanno a vedere i mezzi coi quali intende raggiungere i fini che promette, ecco apparire la vecchia maschera  di uno statalismo ormai datato. Continua a leggere

Preferisco il Paradiso. Film completo

420px-Preferisco_il_Paradiso

(Tratto da Il Centro culturale Gli scritti)

Riprendiamo dal sito ufficiale della Procura Generale della Confederazione dell’Oratorio di San Filippo Neri un articolo a commento della serie televisiva “Preferisco il Paradiso” (con Gigi Proietti), basata sulla biografia di San Filippo Neri e andata in onda su Rai 1 il 20 e il 21 settembre 2010. (In basso il video completo, in due parti, della miniserie).

***

Chi vuol conoscere lo svolgimento storicamente documentato della vita di san Filippo Neri, non lo cerca, certo, in una fiction televisiva, che si esprime nel linguaggio del suo genere e risponde ad esigenze ben diverse da quelle della storiografia. Continua a leggere

Il segreto di don Matteo

donmatteo9

Questa sera inizia la nona serie di Don Matteo, con Terence Hill. In attesa di vedere la prima puntata, riporto questo articolo di Armando Fumagalli pubblicato sul Timone di Maggio 2013.

****

Quali sono gli ingredienti di una serie televisiva che da 13 anni stupisce tutti gli osservatori? E che cerca sempre di dare un insegnamento morale? Eccoli

Da alcuni anni un dato che stupisce gli osservatori della televisione è il costante e sempre rinnovato successo di una serie che ha esordito ormai 13 anni fa, nel gennaio del 2000. L’ottava stagione di Don Matteo, non solo nell’autunno 2011, è stata la serie di maggior successo del periodo, ma anche in replica ha avuto ascolti notevoli, più alti di moltissime altre fiction in prima visione. L’ultima puntata dell’ottava stagione, replicata il 31 gennaio 2013, arrivava a poco meno di 7 milioni di spettatori, con uno share (percentuale degli spettatori sul totale di coloro che hanno la televisione accesa in quel momento) di circa il 25%. Continua a leggere