A Jesolo il presepe si fa con la sabbia

 
Le colossali sculture a grandezza naturale rimarranno esposte sino a febbraio e l’anno prossimo approderanno in Vaticano
 
(da La Stampa, 8.12.17)
 
Giuseppe abbraccia Maria e il piccolo Gesù su un giaciglio di paglia, scaldati dal respiro del bue e dell’asinello. Niente di strano, se non fosse che questa natività è stata realizzata a grandezza naturale esclusivamente con la sabbia, e fa parte di un presepe monumentale che ogni Natale, dal 2002, prende forma a Jesolo, a pochi passi dal litorale veneto.

A ispirare gli scultori della sabbia ogni anno è un tema diverso: quello di questa edizione, che s’inaugura proprio oggi, 8 dicembre, è «Va’ e anche tu fa’ lo stesso», ispirato alle parabole e ad episodi del Vangelo incentrati sull’amore per il prossimo.

Uno spettacolo mozzafiato, in grado di emozionare e stupire. Non si può che rimare a bocca aperta davanti alla maestosità delle opere esposte, ricchissime di dettagli e particolari. Difficile da credere che per modellare la sabbia – ben 1500 tonnellate! – sia stata utilizzata solo acqua. Continua a leggere