«Donna, davvero grande è la tua fede!»

images

Una meditazione di Papa Francesco per il Vangelo di oggi.

****

“Esaudiscila, vedi come ci grida dietro”

Fratelli e sorelle, non perdiamo mai la fiducia nella misericordia paziente di Dio! Pensiamo ai due discepoli di Emmaus: il volto triste, un camminare vuoto, senza speranza. Ma Gesù non li abbandona: percorre insieme la strada, e non solo! Con pazienza spiega le Scritture che si riferivano a Lui e si ferma a condividere con loro il pasto. Questo è lo stile di Dio: non è impaziente come noi, che spesso vogliamo tutto e subito, anche con le persone. Dio è paziente con noi perché ci ama, e chi ama comprende, spera, dà fiducia, non abbandona, non taglia i ponti, sa perdonare. Continua a leggere

Gmg: Papa, il cristiano mantiene la speranza, si lascia sorprendere da Dio, vive nella gioia

topic

Pubblichiamo di seguito l’omelia pronunciata questo mercoledì da papa Francesco durante la Santa Messa celebrata nel Santuario nazionale di Nostra Signora di Aparecida.

* * *

Venerati fratelli nell’Episcopato e nel Sacerdozio, Cari fratelli e sorelle!

Quanta gioia mi dà venire alla casa della Madre di ogni brasiliano, il Santuario di Nostra Signora di Aparecida! Il giorno dopo la mia elezione a Vescovo di Roma ho visitato la Basilica di Santa Maria Maggiore a Roma, per affidare alla Madonna il mio ministero di Successore di Pietro. Oggi ho voluto venire qui per chiedere a Maria nostra Madre il buon esito della Giornata Mondiale della Gioventù e mettere ai suoi piedi la vita del popolo latinoamericano. Continua a leggere

Papa Francesco: Servite Cristo, non i valori avariati del mondo

9d2b2f528f

“Non abbiate paura di andare controcorrente, quando ci vogliono rubare la speranza, quando ci propongono questi valori che sono avariati, valori come il pasto andato a male e quando un pasto è andato a male, ci fa male; questi valori ci fanno male. Dobbiamo andare controcorrente!”
 

PAPA FRANCESCOAngelus, Piazza San Pietro, Domenica, 23 giugno 2013

Cari fratelli e sorelle, buongiorno!

Nel Vangelo di questa domenica risuona una delle parole più incisive di Gesù: «Chi vuole salvare la propria vita, la perderà, ma chi perderà la propria vita per causa mia, la salverà» (Lc 9,24). Continua a leggere

“La mattina che mi dissero: tua figlia ha la leucemia”

luigi-amicone-186847

Inutile dire che questo articolo, trovato grazie al suggerimento di un’amica, mi ha commosso non poco, dato anche l’argomento per me sensibile.

****

di Luigi Amicone

È la tarda mattinata del 19 dicembre 2005, sono in redazione, squilla il telefono, è mia moglie Annalena. Mia figlia Lucilla era andata a sciare e la mattina del lunedì si era svegliata dolorante in tutte le ossa. «Sarà influenza». Però è pallida come un cencio. Era seguito il viaggio al pronto soccorso, poi il responso dei medici dell’ospedale pubblico San Gerardo di Monza. «Leucemia grave, signora, molto grave». E più tardi in corsia. «Signora non sappiamo se sopravvive alla prima chemio, forse…». Continua a leggere

La vita è un preparare gli occhi per vedere Gesù

L'udienza generale del Mercoledì di Papa Francesco

Papa Francesco, durante l’omelia della Messa nella Domus Sanctae Marthae, ha commentato il Vangelo del giorno in cui Gesù dice ai discepoli: «Non sia turbato il vostro cuore».
«Queste parole di Gesù – ha spiegato il pontefice – sono proprio parole bellissime. In un momento di congedo, Gesù parla ai suoi discepoli, ma proprio dal cuore. Lui sa che i suoi discepoli sono tristi, perché se ne accorgono che la cosa non va bene. Lui dice: “Ma non sia turbato il vostro cuore”. E comincia a parlare così, come un amico, anche con l’atteggiamento di un pastore. Continua a leggere

La prova e la speranza

croce

“Considerate perfetta letizia, miei fratelli, quando subite ogni sorta di prove, sapendo che la prova della vostra fede produce la pazienza. E la pazienza completi l’opera sua in voi, perché siate perfetti e integri, senza mancare di nulla”. (Giac 1, 2-4)

 

Purtroppo la notizia che temevamo è arrivata: il nostro Andrea ha una leucemia linfoblastica acuta. Una forma che colpisce prevalentemente i bambini della sua età. I medici ci hanno detto che questa forma di leucemia oggi si combatte efficacemente (l’80% è la percentuale di guarigione). Continua a leggere

Con Dio o senza Dio tutto cambia: proporre la fede amica della ragione


di S.E. Francesco Moraglia, patriarca di Venezia
(dall’intervento al Sinodo per la Nuova Evangelizzazione 2012, 13/10/12)

Sulla linea del magistero costante della Chiesa e, più recentemente, di Giovanni Paolo II (Fides et ratio) e di Benedetto XVI (Lectio magistralis, Regensburg, il 12 settembre 2006), auspico che la nuova evangelizzazione riservi maggior spazio alla catechesi, con speciale attenzione alla complementarietà fede, ragione. Siamo grati all’impegno di chi con competenza e sensibilità si fa carico della pastorale dell’alta cultura, favorendo il dialogo con gli intellettuali e gli scienziati cristiani, con quanti sono in onesta ricerca. Continua a leggere

Davanti al “male del mondo”…

 

Rilancio volentieri questo pezzo dell’amica Cristina che trovo fantastico!

*******

Difficilmente su queste pagine si parla di “attualità”. Mi sono spesso interrogata su questa mia scelta, perché non vorrei lasciare l’impressione di vivere nella “nuvoletta” della nostra famiglia, come se quello che c’è fuori non ci toccasse.

Non è così. Continua a leggere

Chiara, la seconda Gianna Beretta Molla

Proprio nei giorni scorsi avevo pubblicato il documentario su Santa Gianna Beretta Molla (1922-1962), e vengo a conoscenza di questa incredibile, toccante storia di vita dei nostri giorni (molto simile a quella di Santa Gianna).
Non si può non rimanere profondamente colpiti, commossi, segnati da questa vicenda. Un’altra straordinaria e luminosa testimonianza di Fede vissuta, che dà senso al dolore e alla vita. Continua a leggere…

Il male e la sofferenza

“La sofferenza terrena, quando è accolta nell’amore, è come un nocciolo amaro che racchiude il seme della nuova vita, il tesoro della gloria divina che verrà concessa all’uomo nell’eternità.” (Giovanni Paolo II, 27/04/1994).
 

Tempo fa un’amica con cui intrattengo da anni una corrispondenza mi confidava tutto il suo sconforto nell’apprendere da tv e giornali i tanti fatti tragici che accadono ogni giorno nel mondo: catastrofi naturali (terremoti, alluvioni, tsunami, ecc.), immoralità dilagante ovunque, violenza gratuita (addirittura tra parenti e familiari), e tanto altro. Che senso ha tutto questo, si chiedeva?

In effetti si tratta di fatti che a volte lasciano senza fiato. Continua a leggere

Il silenzio del Sabato Santo

Sabato Santo, 7 aprile 2012

Per antica tradizione, in questo giorno la Chiesa non celebra il sacrificio eucaristico. Sabato Santo è il giorno nel quale la Chiesa sosta presso il sepolcro del Signore, meditando la sua passione e morte. Gesù discende agli inferi, per risalirne vittorioso insieme ai nostri progenitori e a tutti i giusti dell’Antico Testamento. Continua a leggere