Udienza generale. Papa Francesco: cristiani uniti nel Battesimo

REUTERS1215689_Articolo

Papa Francesco ha dedicato l’udienza generale odierna, svoltasi nell’Aula Paolo VI, alla Settimana di Preghiera per l’unità dei cristiani, che va dal 18 al 25 gennaio. Il Papa ha svolto la sua catechesi a partire dal tema della Settimana “Chiamati per annunziare a tutti le opere meravigliose di Dio”, tratto della Prima Lettera di san Pietro e scelto da un gruppo ecumenico della Lettonia, incaricato dal Consiglio Ecumenico delle Chiese e dal Pontificio Consiglio per la promozione dell’unità dei cristiani.

Riscoprire il nostro comune Battesimo per andare al di là delle divisioni
“Al centro della cattedrale luterana di Riga – ha detto – vi è un fonte battesimale che risale al XII secolo, al tempo in cui la Lettonia fu evangelizzata da san Mainardo. Quel fonte è segno eloquente di una origine di fede riconosciuta da tutti i cristiani della Lettonia, cattolici, luterani e ortodossi. Tale origine è il nostro comune Battesimo. Il Concilio Vaticano II afferma che «il Battesimo costituisce il vincolo sacramentale dell’unità che vige tra tutti quelli che per mezzo di esso sono stati rigenerati» (Unitatis redintegratio, 22). Continua a leggere

Ulf Ekman, una conversione che scuote la Svezia

topic

Nel deserto del protestantesimo nord europeo c’è ancora spazio per uomini di fede e conversioni coraggiose.

di Marco Respinti

Il coma del protestantesimo svedese è profondo, ma non produce solo il rifiuto totale della fede. Se infatti la Svenska Kyrkan, la Chiesa luterana di Svezia nata nel 1652, oggi fa acqua da mille buchi dottrinali, morali, pastorali, non sono pochi i veri credenti che lasciano la palude protestante per ingrossare le fila dell’attiva e combattiva minoranza cattolica (solo l’1,5%) del Paese. Poche settimane fa si è diffusa la notizia piuttosto sensazionale della conversione al cattolicesimo del pastore luterano Lars Eklebad, ora tocca al pastore pentecostale Ulf Ekman farsi cattolico, e la notizia à ancora più clamorosa. Continua a leggere

Un video del Papa spopola su YouTube

1512280_508351175949577_987906842_n

Un vescovo pentecostale va a trovare il Papa e gira un video con il suo iPhone. La registrazione artigianale, destinata ad un congresso di pentecostali in Usa, viene postata su YouTube.

Il vescovo in questione è amico di papa Bergoglio, Tony Palmer, che, in un colloquio a Santa Marta a gennaio, si è trovato a fare l’operatore video. Una registrazione, a detta dello stesso pastore, chiesta proprio dal Papa per mandare un appello per l’unità dei cristiani.

Il Papa parla in italiano ma pronuncia inizialmente qualche parola in inglese solo per dire: “Scusate se non parlo inglese”. E aggiunge: “Non parlo inglese, non parlo italiano, ma voglio parlare la lingua del cuore”. Continua a leggere